Bojan Krkic si presenta ai tifosi della Roma: "Non vedo l'ora di giocare il derby"

bojan krkic

Bojan Krkic si è aggregato al ritiro della Roma e ha sostenuto oggi i suoi primi allenamenti con i nuovi compagni. L'attaccante proveniente dal Barcellona si è presentato ai suoi nuovi tifosi con una conferenza stampa. Sguardo un po' timido, ma tanta determinazione e chiarezza sui nuovi obbiettivi che si è posto, queste le caratteristiche di questo ventunenne che nel suo palmares può vantare già tre campionati spagnoli e due Champions League.

Krkic ha ribadito di non voler pensare più al passato, al suo rapporto poco felice con Guardiola, adesso è in Italia e vuole solo far bene con la nuova maglia, ripagando la fiducia che ha riposto in lui il club capitolino:

"Sono molto contento di essere arrivato in un grande club come la Roma, non voglio parlare più del Barcellona. È chiaro che nella scelta della Roma ha influito molto la presenza di Luis Enrique che mi stima molto come giocatore e come uomo. Ho scelto il 14 come numero di maglia perché è il numero di maglia di un mio grande amico come Henry e di un grande campione del passato come Cruijff e perché altri numeri erano già occupati. Quello della Roma è un progetto stimolante, credo che ci sia il giusto mix di giovani ed esperti per poter dare molte soddisfazioni ai tifosi giallorossi".

L'ex blaugrana non vede l'ora di poter scendere in campo in una partita ufficiale e crede di poter formare una bella coppia in avanti con Francesco Totti:

"Venire in una squadra che ha grandi campioni è un motivo d'orgoglio, mi piace l'idea di giocare in coppia in attacco con Totti. Il mio obiettivo è quello di essere felice quando gioco a calcio: in questo momento non posso dire se resterò qui o tornerò al Barcellona, ma voglio solamente pensare di fare il bene della Roma".



Poi si rivolge ai tifosi, facendo chiarezza sulla clausola presente sul suo contratto e cercando di rassicurarli sulla convinzione con la quale ha scelto i colori giallorossi, una scelta fatta con la testa e con il cuore e non un semplice ripiego per ritrovare lo smalto perso nell'ultimo anno a Barcellona:

"Voglio dare un messaggio moto chiaro ai tifosi: io volevo un club che avesse fiducia in me e la Roma lo ha fatto. Sono qui perché volevo essere qui, non ho messo nessuna clausola nel contratto. Quello che conta è il presente, poi in futuro tante cose possono cambiare".

Per entrare definitivamente nel cuore dei romanisti non poteva non rivolgere un pensiero alla partita più importante dell'anno nella capitale:

"Sul telefonino ho qualche video girato all'Olimpico della curva sud durante un derby e non vedo l'ora di vivere quell'atmosfera dal vivo. Forza Roma!"

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: