Salvatore Bagni licenziato dal Bologna

Salvatore Bagni è stato licenziato dal Bologna
Salvatore Bagni è stato licenziato dal Bologna. L'ex calciatore, ex commentatore tecnico della Nazionale per la Rai è divenuto anche ex consulente di mercato della società rossoblù. Il Cda del Bologna lo ha licenziato, ma senza specificarne le ragioni che "appartengono alla riservatezza del consiglio". Gli scontri con il presidente Guaraldi nascono dalle dichiarazioni di Bagni durante la presentazione del difensore svedese Antonsson.

In quell'occasione Bagni aveva detto che "qui (al Bologna ndr) non c’è un soldo, avevo fatto sei acquisti, le idee ci sono, mancano i mezzi". Le sue parole avevano immediatamente scatenato la reazione rabbiosa del presidente: "quando ho ascoltato l’intervista, sono balzato sulla sedia. Ero incazzato nero, fosse per me l’avrei licenziato in tronco e sarebbe stata la cosa più educata fra quelle pensate, credetemi”.

In quel momento la cacciata di Bagni sembrava scontata, ma il consulente del mercato del Bologna aveva ostentato sicurezza: "Mai litigato con vostra moglie? Succede, siete rimasti indietro, sono io l’uomo mercato del Bologna. Sento il presidente e il vice presidente tutti i giorni, il rapporto è idilliaco". Le dichiarazioni sono state smentite dal Consiglio d'Amministrazione odierno nel modo più doloroso per Bagni che, per sua sfortuna, è stato anche sostituito dalla Rai nel ruolo di commentatore con l'ex allenatore della Roma Claudio Ranieri. Non poteva andare peggio.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: