Domani il Palermo debutta in Europa League: al Barbera gli svizzeri del Thun


Domani il Palermo giocherà la prima partita ufficiale della stagione ospitando al Barbera gli svizzeri del Thun; è il terzo turno preliminare dell'Europa League 2011/2012, un gara che il tecnico Stefano Pioli, esordiente nelle competizioni continentali, non intende sottovalutare:

"Giovedì scorso ho visto un avversario già in buone condizioni che ha giocato tenendo ritmi alti, visto anche il loro campo in erba sintetica. E' una squadra con una buona organizzazione di gioco e con esterni offensivi importanti. Anche il loro centravanti Lustrinelli è importante. E' una squadra che ha ottenuto buoni risultati in campionato e nelle qualificazioni, così domani dovremmo essere lucidi e dinamici. Avremo di fronte un avversario che sa chiudersi bene, in grado di ripartire con grande velocità. La nostra situazione? In questi 25 giorni la squadra è cresciuta bene sia dal punto di vista fisico che tattico e quindi saremo competitivi. E' chiaro che dovremo gestire bene i ritmi di gioco e fare una partita di grande sacrificio, considerando che non potremo tenere alti ritmi per tutti i novanta minuti. Dovremo essere bravi anche nel possesso palla e a punire i nostri avversari al momento giusto. Non sarà un match facile, gli svizzeri stanno meglio di noi come condizione atletica perché sono già al quinto impegno stagionale e ci sarà da soffrire".

La formazione, tuttavia, è ancora un rebus:

"Sicuramente i nostri meccanismi non saranno perfetti, il tempo per preparare questo appuntamento non è stato ampio. Dovrò ancora decidere se giocare in avanti con una o due punte. E' chiaro che cambieremo quello che sarà il sistema di gioco in base alle caratteristiche degli uomini che scenderanno in campo".


Dal canto suo il Thun, che nel secondo turno ha battuto gli albanesi del Villaznia (vecchi avversari del Napoli qualche stagione fa) con uno 0-0 esterno e un 2-1 sul campo amico, sa che sarà difficilissimo avere la meglio dei siciliani; eppure il tecnico Bernard Challandes, non si dice già battuto:

"Il Palermo è una squadra che ha fatto molto bene, conosciamo i giocatori di cui dispone, domani sarà una battaglia. Conosciamo il loro talento e sappiamo che noi non siamo al loro stesso livello. Sarà difficile anche per il clima torrido e per la presenza dei loro tifosi. Noi, comunque siamo in un periodo positivo e, con molto rispetto nei confronti del Palermo, giocheremo la nostra partita. Il Palermo è favorito per il passaggio del turno. Nel calcio però anche il solo 1 per cento di possibilità può stravolgere ogni pronostico. Proveremo a compiere un piccolo miracolo giocandoci quell'unica possibilità su 100 che abbiamo di passare il turno".

La sfida sarà trasmessa in diretta su Mediaset Premium, fischio di inizio alle ore 20 e 45; il ritorno invece si giocherà il 4 agosto in terra elvetica.

  • shares
  • Mail