E' Morto Andrea Pazzagli, portiere del Milan di Sacchi


Il calcio italiano è in lutto. A causa di un malore mentre si trovava in vacanza a Castiglione della Pescaia, oggi è morto Andrea Pazzagli, portiere del Milan tra il 1989 ed il 1991 attualmente da dieci anni preparatore dei portieri delle formazioni giovanili azzurre. Durante il biennio milanista Pazzagli ha "condiviso" la maglia di numero 1 rossonero con Giovanni Galli nella seconda metà del ciclo vincente di Arrigo Sacchi, contribuendo a vincere una Coppa dei Campioni, due Supercoppe Europee e due Coppe Intercontinentali. Pazzagli lascia la moglie e tre figli.

Il ricordo di Mauro Tassotti suo compagno di squadra nel Milan:

"E' stata una notizia che ha lasciato tutti senza parole. Se n'è andato un ragazzo d'oro, splendido, solare, sempre pronto a scherzare e fare gruppo, con una famiglia adorabile. Era un ragazzo educato e anche nel periodo in cui qui al Milan c'era una grande concorrenza per il ruolo da titolare, ha sempre avuto una grande compostezza. Sapeva rendere molto più allegro il gruppo nei momenti più difficili. Perdiamo un grande amico, una bella persona e siamo tutti molto vicini alla famiglia. Andrea sapeva sorridere alla vita e sicuramente se n'è andato troppo presto".

Queste le parole di Massimiliano Allegri:

"Oggi non è una giornata felice, perché oggi è scomparso un uomo, un uomo che aveva dei valori, un uomo per bene. Le mie più sentite condoglianze vanno alla famiglia. Per come lo conoscevo io, Andrea era una grande persona. Abbiamo perso un uomo che ha fatto parte della famiglia del Milan ed è un giorno triste per questa società".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: