Braulio Nobrega fermato per stupro, l'attaccante ammette la sua colpevolezza

braulio nobrega

Braulio Nobrega Rodriguez, o semplicemente Braulio, è stato accusato di aggressione a sfondo sessuale. L'attaccante del Real Saragozza, 26 anni compiuti domenica scorsa, è stato fermato dopo che le indagini della polizia avevano portato a identificare la sua auto dopo la denuncia per violenza sessuale fatta da una ragazza trentenne. Il giocatore è stato interrogato mercoledì e, di fronte all'evidenza delle prove, ha confessato di essere colpevole, ora si attende il processo per conoscere l'entità della pena.

I fatti risalgono a lunedì scorso, Braulio aggredisce alle spalle una ragazza che cammina per le strade di Cuarte de Huerva, località a dieci chilometri dal centro di Saragozza. In quel momento non ci sono altre persone e così le urla della giovane donna non sono sentite da nessuno, l'aggressione dura fino all'intervento di un passante che costringe alla fuga Braulio. Dopo la denuncia, la polizia individua la macchina del calciatore grazie alle telecamere a circuito chiuso di una pompa di benzina, inoltre utili per il suo riconoscimento sono le indicazioni fornite dalla vittima a proposito delle sue caratteristiche fisiche.

Condotto in caserma il giocatore confessa e chiede un avvocato che gli viene fornito dal club. A rendere però ancora più tremende le sue dichiarazioni è l'ammissione di aver commesso violenze di questo tipo in altre tre circostanze nell'ultima settimana. Braulio per il momento è stato messo fuori squadra, in attesa di conoscere l'esito del processo che potrebbe costringerlo a scontare fino a 5 anni di reclusione. Aggressione o abuso sessuale? I giudici dovranno rispondere a questa domanda per decidere sulla durata della pena.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: