Juventus - Milan 2-0, Conte: "Vittoria di squadra"


E' raggiante Antonio Conte a fine partita. La sua Juventus ha giocato una grandissima gara contro il Milan, legittimando il momentaneo primato in classifica in coabitazione con l'Udinese. Il suo schema con Vucinic unica punta ha funzionato, a differenza di quanto successo a Catania dove il terminale offensivo era Alessandro Matri. I suoi giocatori hanno costruito tantissime palle da gol, ma alla fine sono riusciti a sbloccare la partita solo nel finale. Se non fosse stato per Marchisio la Juventus avrebbe racimolato il terzo pareggio in tre partite, ed anche Conte ha temuto di non riuscire a vincere prima del gol arrivato al 42' minuto della ripresa:

"Ti passano tanti pensieri in quel momento, perché la squadra meritava sicuramente il gol molto prima, sapendo che stavamo affrontando una grandissima squadra come il Milan, che da un momento all’altro poteva tirare fuori qualcosa dal cilindro e sarebbe stata una beffa, una cosa molto brutta per noi, perché i ragazzi hanno fatto una prestazione importante. Credo sia la prima volta che arrivo alla fine senza fare sostituzioni. Avevo paura di rovinare un equilibrio che si era formato in campo Complimenti ai ragazzi, a tutti quanti, a chi ha giocato, a chi è stato in panchina, a chi è andato in tribuna. La cosa importante, è pensare sempre da squadra, ed è la cosa più bella che visto stasera."

Nonostante la grande vittoria di questa sera, Conte preferisce non alzare il tiro e continuare a navigare a vista, con l'obiettivo di lavorare con i suoi giocatori per diventare nuovamente, e presto, una squadra da vertice:

"Rimaniamo degli studenti, che hanno intrapreso un percorso ed oggi la partita ha dimostrato che il percorso è giusto. È fatto di voglia, di determinazione, di sacrificio. Sappiamo che per vincere queste partite, lo dobbiamo fare da squadra ed oggi si è visto anche che il talento si è messo servizio della squadra. E’ troppo presto. Sappiamo che se avessimo fallito la partita contro il Milan, saremmo stati massacrati, questo è fuor di dubbio. L’abbiamo vinta, ma per noi non deve cambiare niente, perché la strada è ancora lunga. Il lavoro è la base di tutto, i tifosi hanno avuto troppe illusioni in questi ultimi anni ed io, insieme ai miei calciatori, di promesse non ne voglio fare. L’unica, è che ci impegneremo per cercare di tornare ad essere competitivi quanto prima, perché la Juventus, comunque, deve tornare nel gotha del calcio."

Foto Juventus - Milan 2-0

Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0

Il Tabellino

JUVENTUS-MILAN 2-0

Marcatori: 86' e 90'+3 Marchisio (J)

JUVENTUS (4-5-1): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Krasic (54' Giaccherini), Marchisio, Pirlo, Vidal (90'+4 Pazienza), Pepe; Vucinic (88' Matri). A disp. Storari, Grosso, Elia, Del Piero. All. Conte.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Nesta (71' Antonini), Thiago Silva, Zambrotta; Nocerino (83' Ambrosini), Van Bommel, Seedorf; Boateng; Ibrahimovic, Cassano (61' Emanuelson). A disp. Amelia, De Sciglio, Aquilani, Inzaghi Allenatore: Allegri.

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Ammniti: Pirlo (J). Boateng, Nesta (M)

Espulso: all'89' Boateng (M) per doppia ammonizione

Foto Juventus - Milan 2-0

Foto Juventus - Milan 2-0

Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0
Foto Juventus - Milan 2-0

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: