Italia, a casa Pazzini, Criscito e Balotelli: ecco Ogbonna e Osvaldo


Nuovo esordio in casa azzurra: Cesare Prandelli quest'oggi ha preso atto del doppio sfortunato forfait occorso ai due attaccanti Mario Balotelli e Giampaolo Pazzini e ha chiamato Pablo Daniel Osvaldo per sostituire almeno uno dei due. Per l'italo-argentino, consacratosi all'Espanyol e partito più che bene con la Roma quest'anno è la prima chiamata con l'Italia dopo le 12 presenze (condite da 2 gol) con l'Under 21 azzurra ormai tre anni fa; tra l'altro il centravanti ritrova quel Prandelli che fu suo allenatore alla Fiorentina dal 2007 al 2009: "È la realizzazione di un sogno, ringrazio tutti i tifosi della Roma" ha dichiarato Osvaldo, visibilmente soddisfatto dall'inattesa convocazione.

È la seconda chiamata per problemi fisici in due giorni per il ct della Nazionale che già ieri aveva dovuto sostituire Domenico Criscito, problemi di pubalgia per lui, con il difensore del Torino Angelo Ogbonna, il quale si aggregherà ai compagni solo dopo l'impegno del suo Toro contro il Grosseto. Recupera invece Giuseppe Rossi che a Belgrado venerdì prossimo dovrebbe essere regolarmente in campo dopo che questo pomeriggio ha svolto l'intero allenamento col gruppo. Lo storico professor Castellacci ha spiegato cosa è accorso ai giocatori che hanno dovuto abbandonare Coverciano:

"Balotelli ha una sofferenza discale (problemi alla schiena, ndr), non è niente di grave. Ma d'accordo col Manchester City abbiamo deciso di mandarlo a casa, così come con Pazzini abbiamo deciso di non rischiare (dolore alla caviglia per lui, ndr). Sta un pochettino meglio e piano piano recupererá, ma avendo dubbi che lo possa fare per la seconda partita anche nel suo caso continuerà a Milano le terapie che ha già iniziato qui. Rossi aveva avuto una piccola iperestensione della capsula articolare del ginocchio sinistro, ne aveva giá sofferto in Spagna, ed ha iniziato immediatamente le terapie, stamani stava giá meglio e dovrebbe essere a disposizione del mister giá per Belgrado. Balzaretti sta facendo le terapie, le cose vanno lentamente, essendo anche in questo caso un problema discale, ma c'è il tentativo di recuperarlo per la seconda gara, vedremo nei prossimi giorni come starà".

Ricordiamo che l'Italia è già qualificata per gli Europei del 2012; in ogni modo fra due giorni sarà di scena in Serbia contro la selezione locale e martedì invece farà tappa a Pescara dove sfiderà l'Irlanda del Nord. Nonostante il risultato non conti, saranno due partite utilissime per continuare il lavoro fin qui più che sufficiente di una Nazionale che sembra aver trovato la quadratura del cerchio.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: