Amantino Mancini rischia il carcere per l'accusa di violenza sessuale

amantino mancini

La Procura di Milano ha chiesto una condanna di 3 anni e 8 mesi per il tornante brasiliano ex Roma e Inter. I fatti risalgono allo scorso dicembre quando Amantino Mancini aveva conosciuto una ragazza ad una festa organizzata dal suo connazionale Ronaldinho. I due erano poi andati a casa del calciatore che, approfittando dello stato di semi-incoscienza della ragazza, aveva approfittato fisicamente di lei costringendola ad avere più di un rapporto sessuale. La vittima, una giovane brasiliana nota nel mondo della musica e in quello della tv del suo paese, la mattina dopo si era recata in caserma a Milano per denunciare l'accaduto.

Nel frattempo Mancini ha lasciato l'Italia trasferendosi dall'Inter all'Atletico Mineiro ma le indagini della Procura sono andate avanti. A nulla è servito che la ragazza abbia ritirato la sua denuncia pochi giorni fa, il procedimento va avanti e il calciatore sarà processato con rito abbreviato dal gup di Milano Laura Marchiondelli. Insieme a lui sarà giudicato anche il 56enne Geraldo Eugenio Do Nascimento, per lui la richiesta è di 10 mesi di carcere per favoreggiamento e per aver cercato di depistare le indagini.

L'uomo, considerato il factotum del calciatore, aveva minacciato più volte la ragazza dicendole che le avrebbe rovinato la vita se non avesse ritirato la denuncia, si era inoltre intrufolato illegalmente nella banca dati della polizia per ottenere informazioni sul conto della vittima. La difesa di Mancini continuerà a respingere l'accusa puntando sul fatto che la ragazza era consenziente e quindi non avrebbe subito nessuna violenza dal brasiliano. La sentenza è attesa per il prossimo 28 novembre.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: