Video - Fiorentina e fair-play: la storia continua

Dal 20 ottobre si farà sul serio e quanto presentato l'ormai lontano 6 settembre scorso sarà realtà: la Fiorentina è sempre molto attenta alle questioni inerenti il fair-play e proprio per questo ha creato l'iniziativa "Il Cartellino Viola", un riconoscimento che verrà assegnato mensilmente al personaggio del calcio che maggiormente si contraddistinguerà per sportività. "L'iniziativa che presentiamo oggi (il 6 settembre, ndr) parte da un semplice cartellino viola che ci auguriamo possa diventare il simbolo del Fair Play. Il cartellino non sarà sventolato in campo dal direttore di gara, ma vorremmo utilizzarlo al di fuori del campo di gioco: vogliamo consegnare ogni mese ad un professionista un cartellino viola a colui che è stato protagonista dell'episodio di Fair Play. In passato, attraverso il viola Fair, abbiamo ricevuto elogi anche da Michel Platini. Nel 2007, conseguentemente, la Fiorentina ha creato il 'Terzo Tempo' che poi la Lega ha ufficialmente imposto al termine di ogni gara di campionato" spiegò a suo tempo Gianfranco Teotino, Responsabile Comunicazione dei viola.

Manuel Pasqual, testimonial dell'iniziativa che ha come slogan "Per vincere davvero, vincere non basta", così continuò a spiegare la cosa: "In questi anni attraverso le iniziative della società, abbiamo capito che è giusto stringere la mano a chi sul campo ti ha superato e meritato la vittoria. Abbiamo dimostrato ai tifosi e a noi stessi che per vincere davvero, vincere non basta. Una vittoria corretta e leale vale molto di più di tre punti". Play fair play, così è denominata l'iniziativa, è dunque pronta per partire ma c'è di più perché nonostante gli organi ufficiali della Fiorentina non abbiano ancora pubblicato nessun video in merito, un anonimo utente di youtube ha postato ben tre video davvero sui generis: gli allenamenti della Fiorentina incentrati su gesti di sportività. In cima "l'alzata", di seguito "il cambio maglie" e "le strette di mano".

  • shares
  • Mail