Gattuso: occhio sinistro fuori uso, ma la carriera non è a rischio


Il dottor Tavana gli consigliò di non giocare, ma Ringhio non è mai stato un tipo che si tira indietro quando, nemmeno su consiglio dei medici. Tutto ebbe inizio alla prima partita di campionato, quando uno scontro con Alessandro Nesta non fece altro che aggravare le condizioni dell'occhio sinistro. Gattuso soffriva già di giramenti di testa e nausea durante gli allenamenti e l'incidente in Milan-Lazio peggiorò la situazione. Il centrocampista rossonero si è sottoposto a molte visite mediche che gli hanno riscontrato una paralisi del sesto nervo cranico, con conseguente difficoltà nell'utilizzare correttamente l'occhio sinistro.

"Dovevo dare retta al dottore" ha sibilato Gattuso al Corriere della Sera con un pizzico di amarezza. Il calciatore calabrese continua ad allenarsi intensamente, ma senza pallone (una corsa al giorno di 10 chilometri a Milanello). L'infortunio sembra molto rognoso e i medici sono incerti sui tempi di recupero. E' un problema che ha indotto più di qualcuno a pensare al ritiro di Gattuso. Un'eventualità già esclusa dai medici: il rientro sui campi di gioco del 33enne Ringhio, è incerto ma avverrà.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: