La Juventus ha il suo nuovo numero 10, a Tevez la maglia che fu di Del Piero

Carlos Tevez

è il nuovo numero 10 della Juventus. L'argentino, arrivato poche ore fa all'aeroporto di Malpensa e poi immediatamente direttosi nella sede di Corso Galileo Ferraris per firmare il suo nuovo triennale con la società bianconera, è stato seguito da quasi 300 tifosi che hanno atteso il suo arrivo dal Brasile e quello nella storica sede nel quartiere Crocetta di Torino. Dopo pochi minuti dal suo ingresso il giocatore si è affacciato al balcone mostrando la sua nuova maglia, ed ecco la sorpresa che poteva essere prevedibile, ma che in pochi si attendevano: Carlos Tevez indosserà il numero 10 che fu di Del Piero.

Come noto dopo il mancato rinnovo del contratto del giocatore più rappresentativo della storia bianconera, finito a giocare in Australia, aveva lasciato un vuoto non soltanto nell'affetto dei tifosi per Del Piero, ma anche la "mancanza" della maglia numero 10. Lo scorso anno nessun giocatore l'ha chiesta, almeno ufficialmente, ufficiosamente è parso sensato ipotizzare che fosse stata la stessa società a non assecondare qualche timida richiesta in tal senso giunta da calciatori che potevano aspirare a quella storica maglia.

La consegna della maglia a Tevez rappresenta per alcuni una cesura con il passato, ma può essere interpretata come un "ritorno alla normalità": il numero 10 della Juventus, per quasi vent'anni indissolubilmente legato ad Alessandro Del Piero, è stato indossato in passato da giocatori come Roberto Baggio, come Platini, ma anche a meteore come lo sfortunato Magrin. Definire Tevez "l'erede di Del Piero" è inevitabilmente una semplificazione: Del Piero non fu l'erede di Baggio, tanto per dirne una, quanto piuttosto di un Platini (per la genialità) o di un Boniperti (per la fedeltà e il rendimento).

La risposta alla domanda "Tevez è un degno numero 10 della Juventus" verrà fornita esclusivamente dal comportamento dell'atleta Tevez e dell'uomo Tevez. Il suo rendimento, fuori e dentro il campo da gioco, sarà all'altezza dei suoi illustri predecessori?

Difficile dirlo, i numeri della carriera dell'Apache sono quelli di un ottimo giocatore, non di un fenomeno assoluto sullo stile dei vari Cristiano Ronaldo e Messi, ma i tifosi juventini hanno festeggiato l'acquisto di Tevez dal City quasi come se lo fosse. Toccherà aspettare qualche mese per capire se saranno stati troppo ottimisti (quanto centra il "gusto" di aver "strappato" un calciatore al Milan di Adriano Galliani) o lungimiranti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 66 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO