Juventus Stadium: domani apre il centro commerciale Area 12, a novembre i tour guidati

juventus stadium

L'inaugurazione dello Juventus Stadium celebrata a settembre è stata solo la prima delle tante iniziative in calendario, il nuovo impianto bianconero infatti nel tempo andrà ad arricchire sempre di più l'offerta per il suoi tifosi. L'obbiettivo è quello di creare uno spazio che possa essere vissuto tutta la settimana e non soltanto quando sono in programma le partite dei bianconeri. Domani ci sarà un'altra tappa fondamentale in questa direzione, verrà presentata al pubblico la grande zona commerciale che avrà il nome di Area 12. Oltre 30 mila metri quadri per 60 negozi tra cui un ipermercato che offrirà il servizio di prenotazione spesa, in pratica si potrà fare shopping su internet e poi passare a ritirare gli acquisti già pronti e imbustati.

All'interno di Area 12 ci sarà anche il nuovo Juventus Store, il negozio dove sarà possibile acquistare ogni prodotto a marchio bianconero, la sua estensione sarà di 550 metri quadrati, il più grande in Italia per una squadra di calcio. L'area commerciale potrà contare su 2000 posti auto di cui 800 al coperto, inoltre con la sua realizzazione sono stati creati 700 nuovi posti di lavoro che diventano anche di più nei giorni delle partite. La giornata inizia domani mattina alle 8 con un torneo di calcetto in Piazza Vittorio Veneto che durerà fino alle 8 di sera, poi ci sarà il taglio del nastro e l'apertura ufficiale di Area 12 con i negozi che resteranno aperti fino alle 23:30.

Ma non finisce qua, dal 3 novembre infatti inizieranno ufficialmente anche i tour guidati che consentiranno a tutti di poter ammirare da vicino tutti i luoghi più suggestivi dello Juventus Stadium: dagli spogliatoi alla tribuna Gianni e Umberto Agnelli, dal campo di gioco alle panchine fino alla sala stampa. L'ultima tappa sarà quella dell'inaugurazione del museo della società che è prevista per aprile. La Juventus in questo modo cerca di far fruttare al massimo il grande investimento sostenuto, per il momento i numeri le danno ragione: le partite casalinghe hanno fatto registrare tutti sold out, tutto lascia pensare che anche le iniziative a contorno potranno avere la stessa accoglienza tra i tifosi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: