Moratti: "Gli errori solo casualità, ma danno fastidio"


Nella consueta intervista rilasciata all'entrata dei suoi uffici della Saras il mattino successivo degli incontri di campionato, il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, dice la sua sull'arbitraggio del match di ieri sera, duramente contestato dall'allenatore Claudio Ranieri e dall'amministratore delegato Ernesto Paolillo al termine dell'incontro:

"Inutile essere preoccupati perchè tanto ormai è successo. L'arbitro di ieri è un bravissimo direttore di gara e quella di ieri è stata una casualità. Certo è che una casualità per cinque volte di seguito dà fastidio. Paolillo ha parlato per istinto ma non ha detto una cosa sbagliata".

Il patron nerazzurro commenta poi la prestazione della sua squadra, criticando in particolare la prova del bomber argentino Diego Milito:

"Non posso dire che i singoli calciatori abbiano giocato male ci sono stati piccoli errori ma la squadra sta crescendo. È mancato però un po' l'attacco. Milito? Non mi è sembrato in gran forma. Contro l'Atalanta la squadra ha pressato tanto, ha tenuto palla ma è mancata la finalizzazione".

Moratti parla infine dell'attesissima sfida in programma sabato sera a San Siro contro la capolista Juventus:

"Ma che sfida del riscatto, Inter-Juventus è il derby d'Italia, sarà interessante per vedere la forma delle due squadre e per capire come si svolgerà il campionato. Non credo che si debba parlare di riscatto nè da una parte, né dall'altra. Saranno punti importanti. Cosa manca all'Inter per risalire la classifica? Punti".

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: