Ranieri punzecchia ancora gli arbitri: "Di questo passo ci daranno 25 rigori contro"


Nuova frecciatina da parte dell'allenatore dell'Inter, Claudio Ranieri, nei confronti della classe arbitrale, già duramente attaccata da lui e dall'amministratore delegato Ernesto Paolillo al termine di Atalanta-Inter di mercoledì sera. Queste le dichiarazioni del tecnico romano, che ha commentato anche l'ammonizione con diffida e multa inflittagli per le suddette esternazioni:

"Se andiamo di questa media subiremo 25 rigori contro. Giocoforza dovrà cambiare trend. Solo Parma e Roma negli ultimi 10 anni hanno subito gli stessi rigori nelle prime partite, staranno dunque un po' più attenti. La diffida? Vorrei sapere quali sono le frasi irriguardose. Cosa si può dire agli arbitri? Dopodichè, se chiariscono il punto io dico se ho sbagliato o no. Nel 2011 si può parlare con correttezza ai direttori di gara o no? Non so se ridere o piangere per una cosa del genere. Vorrei vedere il referto. L'altra volta, contro il Napoli, poteva sembrare che lo dicessi con foga. Ma stavolta ero tranquillo e pacato".

Ranieri ha poi ribadito la convinzione che i suoi possano ancora rientrare nella corsa per lo scudetto:

"Dopo quella di domani ci saranno altre 84 ultime spiagge. Preoccupati per la classifica? Se non fosse stato così non sarei qua. I tifosi devono stare sereni, la squadra sta lavorando molto, prima o poi dovrà girare. Sono convinto che ce la faremo. Non posso essere convinto di vincere lo scudetto, ma di lottare per vincere sì."

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: