Scommesse e camorra: Hector Cuper indagato


Il nome dell'argentino Hector Cuper è finito nel registro degli indagati dei pm di Napoli che su ben 150 partite di calcio. Già fermati dall'indagine, oltre ad alcuni malavitosi già noti in precedenza alle forze dell’ordine, Maurizio Lopez, dirigente nazionale dell’ufficio quote e rischi di Intralot e Antonio De Simone, direttore dell’ufficio commerciale della medesima società di scommesse. I reati ipotizzati per Cuper vanno dall'associazione per delinquere alla frode sportiva e al riciclaggio.

Sembra che dalle indagini siano emersi contatti tra il 55enne ex allenatore di Inter e Parma (per soli due mesi alla guida degli emiliani), ora sulla panchina del Racing Santander, e alcuni esponenti del clan camorristico dei D'Alessandro di Castellammare di Stabia, ai quali Cuper avrebbe dato indicazioni relative a due partite del campionato spagnolo (non riguardanti Real Madrid e Barcellona) e due del campionato argentino, entrambe dellla stagione 2006-2007. I magistrati, il procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e i pm Pierpaolo Filippelli e Claudio Siragusa, che intendono interrogare Cuper, hanno avanzato una richiesta di rogatoria alle autorità spagnole.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: