Ballack: ma l'avete visto?




Intendiamoci: se il Sig. Becker, procuratore di Michael Ballack, non avesse detto che il suo Campione non accetta di giocare in una squadra di secondo piano come l'Inter, io me ne sarei anche abbondantemente fregato di osservare con attenzione l'operato del centrocapista tedesco.

Invece l'illuminato manager ha sentenziato che Ballack deve giocare nel club che sicuramente vincerà la prossima Champions League, il ché mi ha indotto a vedere cosa combina sto pennellone dal ciuffo ribelle e decidere che scemenze simili le posso dire anch'io: il club che vincerà la prossima Champions League, difficilmente affiderà il suo centrocampo a uno forte di testa, dal buon tiro, ma senza idee e senza i mezzi tecnici per realizzarle.
Tiè!

Certo non si può giudicare un giocatore sulla base di tre partite (andata e ritorno contro il Milan, più l'intermezzo in Nazionale contro l'Italia); alla stessa stregua, se uno avesse visto giocare l'Inter di Adriano da 10 partite a oggi, si chiederebbe perché mai i nerazzurri si ostinano a giocare in 10 uomini più una simpatica mascotte.

Non sarebbe giusto scrivere verdetti, ne su Adriano, ne su Ballack, ma visto che per quest'ultimo si chiedono gli stessi soldi che servirebbero per costruire un nuovo stadio, allora vale la pena di dire che il campionissimo, nelle figuracce rimediate dalle sue squadre contro le italiane, ha gran parte delle responsabilità.

Si piazza infatti in mezzo al campo, con la stessa mobilità di una boa per la segnalazione delle secche e da lì si muove solo per cercare di incornare sui calci d'angolo e per tentare qualche progressione con bomba finale.

Stop, in tre partite non ho visto Ballack effettuare lanci, sovrapposizioni, avanzare palla al piede e creare superiorità numerica: in pratica nulla di quello che fa un regista, o un trequartista creativo.

Morale della favola: ma siamo proprio sicuri che valga la pena anche soltanto di farsi prendere in giro dal manager di uno così?
Non era forse il caso di far notare al Sig. Becker che prima di parlare è altamente sconsigliabile ingurgitare una bottiglia di Vodka, o di Grappa, o di Gin, o di chissà che diavolo s'era bevuto?

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: