Prandelli premia Farina del Gubbio con una convocazione in nazionale


Un premio all'onestà di Simone Farina, il difensore del Gubbio che denunciò il tentativo di combine propostogli dall'ex compagno di squadra delle giovanili della Roma, Alessandro Zamperini che gli aveva offerto 200 mila euro a fine settembre per corrompere portiere e difensori e falsare il risultato di Cesena-Gubbio di Tim Cup del 30 novembre. Un comportamento che dovrebbe essere ritenuto integerrimo, ma "normale" in un ambiente corretto, come spiega il presidente della società umbra, Marco Fioriti:

"La convocazione in nazionale è un riconoscimento importante, ma il comportamento di Farina dovrebbe essere normale nel mondo dello sport. Se si esaltasse troppo il suo gesto mi impressionerebbe, perché vorrebbe dire che in questo mondo c' è troppo del marcio. E invece così non è e così voglio sempre pensare che non sia e non diventi mai".

Il 27 febbraio prossimo Cesare Prandelli convocherà Simone Farina, il 29enne sarà aggregato al gruppo a Coverciano in occasione del raduno in cui l'Italia preparerà l'amichevole con gli Stati Uniti. "Mi è piaciuto quello che ha fatto, ha dimostrato un grande coraggio e una forza interiore straordinaria - ha detto Prandelli -. Ora tocca a noi non abbandonarlo perché un gesto come il suo non è semplice". Il pensiero di Buffon all'Ansa coincidono con quello del presidente del Gubbio:

"La convocazione è un gesto di grandissimo valore, pari al gesto di Farina. Mi fa piacere che certi esempi positivi non finiscano immediatamente nel dimenticatoio. Detto questo ho apprezzato tantissimo anche le parole del presidente del Gubbio, che ha elogiato il giocatore ma da persona corretta e per bene è convinta che quello del suo giocatore sia un normale comportamento di qualsiasi persona con valori giusti. Dovrebbe essere la normalità: invece purtroppo e l'eccezione".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: