Tevez si scusa: "Voglio tornare a giocare per il City"


I segnali di distensione si erano visti già dieci giorni fa, quando Roberto Mancini invitò Carlos Tevez a fare un passo indietro e a lasciarsi alle spalle gli attriti dei mesi scorsi, iniziati dal suo rifiuto di scendere in campo contro il Bayern Monaco. Poi fu la volta di Yaya Tourè, dalle pagine del Mirror, ad augurarsi un rappacificamento: "Carlos è un giocatore fantastico e spero che possa continuare a giocare con noi, perché abbiamo bisogno di lui. Per me non c’è problema se torna, perché è un campione e piace a tutti e tutti noi sarebbero felici di riaverlo in squadra, ma lui sa bene cosa deve dire a Mancini”.

Tevez, durante il calciomercato di gennaio, è stato al centro di trattative ed era in procinto di trasferirsi in Italia, al Milan o all'Inter. Ieri sono finalmente arrivate le scuse ufficiali dell'attaccante argentino. Una nota diffusa dal sito ufficiale del Manchester City comunica che il rapporto è ormai in fase di ricucitura: "Voglio chiedere scusa, sinceramente e senza riserve, a tutte le persone che ho deluso e che si sono sentite offese dalle mie azioni. Il mio desiderio - ha aggiunto Tevez - è di potermi concentrare sulla causa del Manchester City e di tornare a giocare a calcio”.

Vota l'articolo:
3.25 su 5.00 basato su 4 voti.  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO