L'auricolare? Meglio un trombone!

L'auricolare Una rivoluzione o meglio un'innovazione che dovrebbe garantire agli arbitri una maggiore serenità di giudizio.

Un supporto per una più fattiva collaborazione tra il direttore di gara, gli assistenti ed il quarto uomo per eliminare l'errore o quantomeno limitarlo.

La prima esperienza però, sembra non aver soddisfatto proprio tutti.

In Ascoli-Atalanta 1-3 del 20 gennaio le prime avvisaglie che qualcosa non va.

Il "Si è buttato" di Farina riferito alla punta dell'Ascoli Paolucci nel più clamoroso dei rigori ha fatto infuriare Sonetti, che ha tuonato: "Servirebbe un trombone".

La mancata concessione del calcio di rigore all'Ascoli, da parte dell'arbitro Farina, nella gara tra marchigiani e Atalanta (che ha persino ammonito la punta bianconera Paolucci per essersi buttato) avrebbe convinto i detrattori dell'auricolare, che il supporto in questione non servirebbe a giudicare meglio le situazioni di gioco perché quelle vengono valutate in base ad una vista acuta e all'interpretazione del regolamento.

Di parere contrario l'arbitro Bertini, che dopo aver diretto una gara corretta e dai ritmi blandi, ha promosso l'esperimento.

Il tempo ci dirà se l'innovazione avrà successo o meno.

Ma la moviola in campo no?

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: