"Non tutti gli imbecilli sono rimasti a casa"

Controlli all'Olimpico Cinque stadi chiusi, quattro a porte aperte e una riservato agli abbonati.

In tutti, il fischio di inizio è stato preceduto da un prologo doveroso in memoria di Filippo Raciti: il classico (purtroppo) e spesso, incoerente minuto di silenzio.

In quasi tutti gli stadi, questo momento è stato accolto da applausi ma, all'Olimpico di Roma, quello più a norma, quello più pieno, una parte becera della tifoseria della curva sud, ha pensato bene di riempire lo stadio con roboanti fischi.

Il resto del pubblico ha prontamente risposto con uno scroscio di applausi ma, rimane doloroso come un pugno nello stomaco, quel coro di fischi.

Anche perchè, i minorati, pardon, la minoranza, ha pensato bene di ribadire la propria opinione, voltando le spalle al campo.

Da qui le dichiarazioni dell'on. Melandri, "Non tutti gli imbecilli sono rimasti a casa".

Le immagini sequestrate dalle forze dell'ordine all'Olimpico, il solo stadio italiano a 5 stelle, dotato di telecamere di sorveglianza dalle quali è possibile isolare l'audio, serviranno per cercare di individuare gli autori del gesto.

Lo strumento nelle mani del governo è il cosiddetto Daspo (Divieto di accedere alle manifestazioni sportive) con il quale si cercherà di punire chi si è reso protagonista di quanto accaduto.

Bisogna dire anche che non è stato un caso isolato quello di Roma, perchè anche a Genova e Torino, ci sono stati fischi all'indirizzo delle forze dell'ordine.

A Verona, 4 tifosi dell'Inter, trovati in possesso di tre grossi petardi, biglie d'acciaio ed un tubo lungo 50 centimetri recante slogan violenti e croci celtiche.

I quattro tifosi nerazzurri, tra i 22 e i 28 anni, tutti del Nord Italia, sono i primi arrestati dopo l'introduzione del decreto "tolleranza zero" contro la violenza negli stadi.

Tre di loro sono stati condannati agli arresti domiciliari. Per il quarto ultras interista è stato disposto l'obbligo di firma.

Mano ferma dunque.

Anche se c'è chi, come Gianfranco Zola, suggerisce di ignorare "una minoranza che vuole solo essere riconosciuta".

Voi da che parte state?

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: