Calciomercato: Thiago Silva resta al Milan, Gattuso va al Sion

Scritto da: -


Si conclude nella maniera sperata dalla maggior parte dei tifosi del Milan il tormentone relativo al possibile passaggio del difensore brasiliano Thiago Silva al Paris Saint Germain. Come già accaduto lo scorso gennaio con Pato, il cui trasferimento era stato bloccato all’ultimo momento da un intervento del presidente Silvio Berlusconi (anche se i maligni ritengono che il vero no fosse arrivato dalla figlia Barbara, fidanzata dell’attaccante), il patron dei rossoneri ha annunciato di aver rifiutato la faraonica offerta (con i bonus si arrivava all’enorme cifra di quasi cinquanta milioni di euro) degli sceicchi proprietari del club francese per il roccioso difensore brasiliano.

Decisive probabilmente anche le dure prese di posizione di Antonio Cassano e Zlatan Ibrahimovic, che avrebbero minacciato di lasciare la squadra nel caso in cui il compagno fosse stato ceduto. Si è aperta però subito una grana sul ritocco del contratto del sudamericano. In un’intervista rilasciata al sito Tuttomercatoweb.com, il suo agente Paulo Tonietto ha infatti dichiarato in maniera eloquente: “Se il Milan non ha interesse nel vendere Thiago Silva al Psg ho la certezza che la società rossonera riconoscerà il suo valore e farà uno sforzo molto grande per dare a Thiago un nuovo contratto, come quello percepito dal giocatore più valutato ad oggi della rosa del Milan”. Il chiaro riferimento è a Ibrahimovic, il cui ingaggio è di nove milioni di euro netti l’anno.

Intanto Gennaro Gattuso, che ha detto addio alla società di via Turati dopo tredici stagioni ricche di successi, ha firmato a sorpresa un contratto biennale con gli svizzeri del Sion, squadra salita lo scorso anno agli onori delle cronache a causa del lungo braccio di ferro (poi perso) ingaggiato dal vulcanico proprietario Christian Consantin con la Uefa dopo l’eliminazione a tavolino dall’Europa League per avere tesserato alcuni giocatori senza seguire la proceduta prevista. Per Ringhio dunque niente ritorno agli amati Rangers Glasgow, ma una nuova avventura in un campionato recentemente fattosi più competitivo come quello elvetico.

Foto | © TMNews

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 6 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Calcioblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.