Calciomercato Milan, doppio colpo: Acerbi e a sorpresa Constant

Scritto da: -

La mossa che non ti aspetti: quando Adriano Galliani si trova nei casini può sempre fare affidamento sull’amico Preziosi (di nome e di fatto), così quando dall’Africa ha saputo che Sulley Muntari aveva subito un serio infortunio al ginocchio (si parla di legamenti andati) ha subito mosso un paio di pedine sullo scacchiere del mercato rossonero e ha colmato la lacuna. Il tutto nel giorno in cui si è chiusa una mini-telenovela per quanto concerne il nuovo difensore. Ma andiamo con ordine e facciamo chiarezza senza andare troppo oltre con i giri di parole. Il Milan stamani aveva in agenda un incontro con il Chievo per l’acquisizione di Francesco Acerbi, difensore più che buono l’anno scorso ben disimpegnatosi nella massima serie coi clivensi: il problema di Adriano Galliani era che il giocatore non era tutto gialloblu, ma in comproprietà col Genoa.

Così il factotum rossonero ha salutato non senza rimpianti Alberto Paloschi, il cui cartellino era stato chiesto per intero da Sartori (il ds degli scaligeri), cosicché il Chievo ha lasciato che Acerbi diventasse tutto rossoblu (nessuna intossicazione alimentare, nel senso che il Genoa risolvesse a suo favore la comproprietà), quindi Galliani ha potuto prelevarlo, sempre in compartecipazione, dal Grifone. E visto che c’erano, arrivate le brutte nuove dal Ghana, ha fatto un sondaggio lampo per Kevin Constant, il giocatore guineano che era diventato totalmente di proprietà del Genoa l’estate scorsa (proprio nell’affare Acerbi): chiesto e ottenuto, Galliani è stato subito accontentato con un prestito che prevede tra l’altro il diritto di riscatto.

Un’operazione semplice e potenzialmente buona, anche se il sacrificio di Paloschi non appare per il sottoscritto totalmente condivisibile; in ogni modo dalla prossima stagione vedremo vestire il rossonero a questi due nuovi giocatori. Francesco Acerbi, 24enne milanese, è cresciuto calcisticamente nel Pavia dove ha cominciato a giocare con regolarità tra i professionisti fino al 2010, anno in cui si è trasferito alla Reggina, in Serie B; due stagioni fa ottimo campionato giocato da titolare al Granillo (43 presenze e 2 reti), quindi il passaggio al Genoa (coi rossoblu neanche una partita), da cui è stato subito dirottato al Chievo (20 volte in campo e 1 rete, contro il Siena). Kevin Constant, centrocampista francese ma naturalizzato guineano, è stato notato proprio dal Chievo dopo tre anni spesi con buoni risultati in Ligue 2 nello Chateauroux: al Bentegodi 32 presenze e 2 gol, peggio al Genoa dove è stato più discontinuo sia come minutaggio in campo (23 i gettoni di presenza) che come vena realizzativa (appena un gol, al Catania).

Foto | © TMNews

Vota l'articolo:
3.40 su 5.00 basato su 5 voti.