Juve Stabia-Avellino, vigilia tesa


Hai voglia a fare moralismi e a cercare di guardare avanti, il calcio in Italia non cambierà mai: non solo perché il tam tam mediatico relativo alla sicurezza negli stadi non ha portato a nulla se non a un paio di giornate a porte chiuse qua e là (come se bastasse), ma perché le manifestazioni di ignoranza etica, sportiva e comportamentale sono e saranno sempre presenti nella testolina di alcuni "tifosi".
La notizia diffusasi ieri ne è l'esempio lampante: una telefonata anonima avverte la questura di Castellammare di Stabia che nei pressi dello stadio Menti v'era qualcosa di sospetto forse inerente al derby di domenica prossima tra Juve Stabia e Avellino. Effettivamente le informazioni erano fondate; vicino a un cassonetto nei pressi del settore distinti sono state rinvenute 4 bombe molotov ben fatte in una busta di plastica con allegato un inquietante messaggio recitante: "Fr1 prendi questa busta e mettila nel wc distinti che domenica 25 febbraio cerchiamo di far fare la stessa fine di Raciti ai lupi. Attenzione a luce blu che controlla il campo. A morte lupi forza Stabia".

Gli ignoti che avevano preparato tutto ciò sono stati traditi dall'insolita ora: trafficavano nei pressi dello stadio alle 6 di mattina e qualcuno li avrà notati. Come conseguenza la partita verrà giocata a porte chiuse.

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: