Il cucchiaio di Pirlo: il mondo del calcio si inchina al fuoriclasse azzurro

Scritto da: -

L’Italia approda in semifinale, lo fa con una partita giocata benissimo, forse la migliore di questi Europei. Gli azzurri hanno dominato per due ore annichilendo l’Inghilterra, non riuscendo a sbloccare il risultato e trovandosi costretta a giocarsi il passaggio del turno ai rigori, una roulette che spesso non ha girato a nostro favore. Dopo l’errore di Montolivo sembrava che dovessimo rassegnarci ad un’eliminazione piena di rimpianti, sul dischetto si è presentato Andrea Pirlo che in pochi secondi ha saputo cambiare il corso della storia con la classe e la freddezza propria solo dei fuoriclasse: il nostro numero 21 non ha badato alle linguacce di Hart, anzi, ha deciso di superarlo con un cucchiaio, beffardo, pericoloso, risolutivo.

Andrea Pirlo non ha soltanto segnato un rigore importantissimo nell’economia della sfida, con il suo tocco morbido ha dato un segnale chiarissimo: l’Italia c’è e vuole vincere questa partita, quello che è accaduto dopo è sembrata quasi la naturale conseguenza del tocco di classe dell’azzurro. Se ne sono accorti tutti, su Twitter è iniziata una vera e propria santificazione del centrocampista e il suo nome ha impiegato pochissimo tempo a diventare tendenza mondiale, complice forse anche la simpatica idea dei fioretti dei nostri amici di Tvblog: ci sono gli applausi degli spagnoli, di Valentino Rossi, c’è chi sentenzia senza dubbio alcuno che ormai il Pallone d’Oro è deciso, ci sono i complimenti dei compagni vecchi e nuovi in bianconero. Un trionfo.

Partiamo dai campioni del mondo e d’Europa della Spagna. Xavi Hernandez non usa mezzi termini: “Que gran penalty de Pirlo.. fenomeno!”. Fabregas e Piqué sono ancora più sintetici ma non per questo meno eloquenti, per i due blaugranda c’è solo una parola per descrivere il nostro Pirlo : classe. Ma i complimenti arrivano anche dagli inglesi sconfitti, per Owen Pirlo è uno scherzo, mentre per Rio Ferdinand un rigore del genere, dopo una partita del genere,è semplicemente troppo: poco prima infatti aveva commentato dicendo che l’azzurro stava guardando la partita da un’altra angolazione, diversa anche da quella di cui godevano le persone davanti alla tv.

Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita

Italia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partitaItalia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partitaItalia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partitaItalia - Inghilterra 4-2 ai calci di rigore: le foto della partita


Poi c’è il suo compagno di Juve Matri che scrive: “Ragazzi che spettacolo il numero 21…”, a lui si unisce Elia, che nonostante la stagione poco felice in bianconero non può fare a meno di commentare quanto visto in tv: “Mr #pirlo nr 1 #wauw”. Ma c’è anche chi non vede l’ora di giocare al fianco di un campione del genere, si tratta di Asamoah che l’anno prossimo potrà dialogare direttamente con Pirlo sul campo: “Pirlo! Mama mia!! Buonanotte!!”. Poi ci sono quelli che potrebbero un giorno vestire il biaconero. Van Persie scrive semplicemente “Pirlo!”, si dilunga di più Dzeko ma non cambia il succo: “Andrea Pirlo-RESPECT!”.

Ovviamente l’ormai famoso rigore ha varcato anche i confini del calcio, i campioni di altri sport sottolineano il gesto tecnico con messaggi di ammirazione. È il caso di Valentino Rossi che, da buon tifoso italiano, non può non gioire per l’approdo in semifinale degli azzurri: “Non potevamo perdere dopo il cucchiaio di Pirlo…che spettacolo!comunque vittoria meritata. #forzaitalia”. Il cestista tedesco Dirk Nowitzki non fa invece fatica a riconoscere gli attributi del centrocampista. In quelli che sono stati pubblicizzati come i primi europei on line, Pirlo è diventato il primo esempio di tendenza mondiale.

Anche De Rossi a fine partita ha riconosciuto la genialità del suo compagno, ricordando un’esecuzione simile del suo capitano in giallorosso: “Se devo scegliere l’immagine della partita, dico il rigore di Pirlo: era di tempi di Totti che non si vedeva un tiro così folle”. Soltanto una persona non si è scomposta di fronte a tutto questo, si tratta del diretto interessato, Andrea Pirlo, che a fine partita ha commentato la sua trasformazione con la solita calma olimpica: “Ho visto il portiere che era bello carico e ho pensato di fare così, è stato più facile tirarlo così. Al portiere la cosa ha creato un po’ di pressione”. Non possiamo che unirci al coro: che classe, un Pirlo così è da Pallone d’Oro.

Foto | © TMNews

Vota l'articolo:
3.88 su 5.00 basato su 94 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Il cucchiaio di Pirlo: il mondo del calcio si inchina al fuoriclasse azzurro

    Posted by:

    Si classe immensa... Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Calcioblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.