Passione senza confini: dall'Australia dublinese compra in proprio i diritti per Irlanda-Svezia

I Mondiali di calcio sono una cosa seria, tanto più se si giocano in Brasile e ti chiami Irlanda, selezione nazionale che nella sua storia ha preso parte a una fase finale in appena tre occasioni: ora che la squadra di Trapattoni ha tutte le carte in regola per giocarsi un posto quanto meno nei play-off (quelli che perse con un gol di mano di Henry 4 anni fa, a esultare fu la Francia), per i suoi tifosi perdersi una partita sarebbe un sacrilegio da non commettere. Certo è che abitando in Australia, un dublinese puro sangue ha constato nei giorni scorsi che avrebbe avuto non poche difficoltà per gustarsi Irlanda-Svezia, in programma il prossimo 6 settembre, in diretta: a quelle latitudini nessuna emittente televisiva aveva comprato i diritti per trasmettere la partita, così David Feeney si è scervellato per risolvere il problema. Cosa fare?

Ha contattato la Kentaro, società tedesca detentrice dei diritti, e ha cominciato a trattare. Ha fatto un'offerta, picche; ha alzato la posta, ancora non bastava. Alla fine ha dovuto ipotecare la casa e sganciare qualche migliaio di euro, il tutto però a lieto fine: tramite la sua collaborazione con un'emittente televisiva che trasmette corse di cavalli, l'irriducibile irlandese potrà trasmettere l'incontro appoggiandosi proprio su quella rete tv, sebbene a circuito chiuso e per poche migliaia di persone. David spera di racimolare soldi attraverso la pubblicità e l'eco della notizia che ha fatto il giro del mondo, per il momento deve tenere a bada le ire della moglie e sperare che Keane e compagni non lo deludono. Con 11 punti in 6 partite, l'Irlanda è seconda nel Gruppo C insieme a Austria e Svezia, dietro la capolista Germania.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail