Brasile | Massaggiatore entra in campo ed evita il gol alla sua squadra | Video

Incredibile episodio nella Serie D brasiliana

Ha rischiato il linciaggio, ma alla fine ne è uscito... vittorioso. Romildo Fonseca da Silva, detto Esquerdinha, massaggiatore della squadra brasiliana dell'Aparecidense (militante in serie D), è diventato un eroe per i tifosi del suo club. Un eroe alquanto atipico e sicuramente tutt'altro che leale. Il fatto più unico che raro (anche se qualche caso simile è già avvenuto, ma si è trattato di tifosi e non di tesserati) prende forma al 44' del secondo tempo della sfida degli ottavi di finale del campionato tra la sua squadra e il Tupi. La partita era sul 2-2 e il Tupi si getta in avanti all'arrembaggio per cercare il gol della vittoria.

Che arriverebbe se non ci fosse Esquerdinha sulla linea di porta a respingere due volte la conclusione di un giocatore, con il portiere dell'Aparecidense ormai battuto. I calciatori del Tupi rimangono interdetti in un primo momento mentre qualcuno, però, esulta convinto che l'arbitro avrebbe decretato il gol. Passano pochi secondi, il tempo di realizzare l'accaduto, e il massaggiatore viene inseguito da alcuni giocatori del Tupi, a dir poco imbufaliti. Riesce a fuggire con uno scatto da velocista e a rintanarsi negli spogliatoi. L'arbitro è costretto a sospendere la partita, poi fa riprendere il gioco e il risultato rimane sul due pari. Oltre il danno c'è anche la beffa: l'Aparecidense, in virtù dei gol segnati in trasferta, supera il turno.

"L'ho fatto perché questa era la nostra unica chance di evitare la sconfitta. Se non fossi intervenuto io, il pallone sarebbe entrato e noi avremmo perso. Non mi pento, perché l'ho fatto per amore del club: tutti noi siamo un gruppo molto unito e io non volevo che l'Aparecidense fosse eliminata", ha spiegato Esquerdinha a Radio 730. All'uscita dallo stadio, il bus dell'Aparecidense è stato preso a sassate dai tifosi del Tupi, mentre i dirigenti della squadra sconfitta hanno già annunciato che ricorreranno alla giustizia sportiva e nel caso anche a quella ordinaria.

  • shares
  • +1
  • Mail