L'addio al calcio di Demetrio Albertini

Un altro tassello del Milan stratosferico degli anni novanta appende gli scarpini al chiodo. Si tratta di Demetrio Albertini. In un Meazza che ha accolto 35000 spettatori, si è giocato un Milan Barcellona tra vecchie (si fa per dire) glorie. Presenti icone del calcio come Van Basten, Gullit, Baresi, Boban per il Milan, e Laudrup, Stoitchov Rijkaard per il Barcellona. Della serata anche campioni di oggi quali Ronaldinho, Eto'o, Dida e Gilardino.

Come ha tenuto a precisare il diretto interessato, quella di ieri deve essere interpretata come una festa dello sport e non come un addio. Per la cronaca la partita, diretta da Paparesta, è terminata tre a due per i rossoneri. Ultime emozioni donate dalle parole di Demetrio sul sottofondo musicale di "My Way":

"Sono stato fortunato, nel corso della mia carriera ho raggiunto molti obiettivi importanti, ho vinto molto. Per questo devo ringraziare i miei compagni di squadra, gli amici, la mia famiglia, le società per le quali ho giocato. Ma un saluto e un ringraziamento particolare va a chi ha permesso tutto ciò, al presidente Berlusconi. Un abbraccio ai tifosi, vi porterò sempre nel cuore."

Un altro pezzo di storia se ne va. Io per i mondiali l'avrei convocato...

  • shares
  • +1
  • Mail