Chievo - Juventus 1-2: il guardalinee che annulla il gol a Paloschi è una vecchia conoscenza

La Juventus batte il Chievo Verona per 2-1 sul terreno di gioco del Bentegodi, ma nei prossimi giorni i media avranno di che parlare, visto che su segnalazione del guardalinee Fabiano Preti, il direttore di gara De Marco ha annullato a Paloschi un gol regolarissimo. Per la dinamica dell’azione, non c’è altra scusante per l’assistente dell’arbitro, se non quella di aver confuso Paloschi con il compagno sullo sfondo, nettamente in fuorigioco. Uno scambio di persona, insomma, come molti accadono nella vita quotidiana. Sono bastati pochi minuti però, per far scatenare la rete, soprattutto le community nerazzurre.

Per chi non lo ricordasse, infatti, Preti è lo stesso guardalinee che nello scorso campionato di Serie A, non vide l’evidentissimo fuorigioco di Asamoah in Juventus - Inter, gara poi vinta nettamente dai nerazzurri. Ovviamente, per i sostenitori della ‘Pazza Inter’, la distrazione del guardalinee Preti  lascia più di qualche dubbio, anzi pare comincino già ad aleggiare nuovi fantasmi di calciopolara memoria. Il tecnico della Juventus, Antonio Conte, mette subito le mani avanti intervenendo ai microfoni di ‘Sky Sport’ :

“Spero nei prossimi giorni non si parli solo di questo gol annullato. Noi prendiamo atto dell’errore, così come c’è stato un errore a nostro sfavore su Tevez contro la Lazio, ma l’importante è che i media non enfatizzino solo gli episodi a favore della Juventus”.

C’è da dire che il Chievo Verona, anche se si è trattato di un errore macroscopico e per certi versi incredibile, l’ha presa molto bene: il presidente dei gialloblu, Campedelli, si è recato a fine partita a rincuorare il guardalinee. Grande gesto di sportività anche da parte del tecnico Sannino, che a fine gar si presenta davanti alle TV senza sbraitare o gridare al complotto come spesso è accaduto nel recente passato.

“Il gol di Paloschi? L'errore ci sta sempre, l'arbitro aveva dato gol ma poi il guardalinee ha sbandierato. Potremmo anche stare qui a parlarne, ma io credo che non tutte le disgrazie vengono per nuocere”, ha detto l’allenatore del Chievo Verona.

Per una volta, dunque, la polemica viene ufficialmente chiusa al 90’ dalla squadra penalizzata. Siamo certi che non basterà ad alzare un vespaio sui media, ma un plauso al Chievo, al suo presidente e al suo allenatore, vanno fatti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: