Chievo - Juventus, Luca Campedelli consola il guardalinee Preti dopo il gol annullato a Paloschi

Nicchi e Tommasi si sono complimentati con il presidente dei clivensi.

Com'è già accaduto in tante altre occasioni in passato, i bei gesti nel calcio fanno sempre più rumore rispetto alle altre notizie di diverso genere e a parlarne si rischia sempre di scadere nella retorica. Già dire che i bei gesti non dovrebbero fare notizia perché la normalità dovrebbe essere sempre questa è già un esempio lampante di retorica. Di conseguenza, ci limiteremo a raccontare il fatto e ognuno ne trarrà le proprie conclusioni.

Luca Campedelli, presidente del Chievo, al termine della partita valida per la quinta giornata di campionato, persa in casa contro la Juventus per 1-2, ha deciso di raggiungere il guardalinee Fabiano Preti, reo di aver fatto annullare all'arbitro Bruno De Marchi un gol regolare ai clivensi, con la sua segnalazione.

Per insultarlo? No, per consolarlo.

Il presidente Campedelli, infatti, ha subito metabolizzato lo sgarbo arbitrale, definendolo un errore in assoluta buona fede, al contrario di quanto facciano solitamente i tifosi, di qualunque squadra, molto suscettibili sull'argomento. Di conseguenza, Campedelli ha deciso di consolare il guardalinee Preti dopo l'errore commesso che non passerà inosservato al designatore Stefano Braschi.

Come già scritto, i gesti gentili fanno più notizia e, di conseguenza, Luca Campedelli è stato ricoperto di complimenti pubblici sia da parte di Marcello Nicchi, presidente dell'Associazione Italiana Arbitri, che da parte di Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori.

Nicchi ha sottolineato il comportamento sportivo di Campedelli e ha dichiarato che gesti del genere andrebbero pubblicizzati affinché diventino la normalità.

Damiano Tommasi, invece, ha preferito mantenere un filo di polemica, congratulandosi con il presidente del Chievo per la sportività dimostrata ma auspicando il verificarsi di meno errori, da parte della classe arbitrale, nel corso delle prossime giornate. L'ex calciatore di Verona e Roma, però, ha affermato che non deve esserci alcun tipo di dietrologia quando si parla di errori arbitrali.

La società gialloblu, infine, ha preferito non commentare ulteriormente l'accaduto e ha ricominciato a lavorare per la prossima sfida di Serie A contro il Catania.

  • shares
  • +1
  • Mail