Serie B, Brescia: via Maifredi, arriva Bergodi

Gigi Maifredi non è più l’allenatore del Brescia. È durata solo una settimana, dunque, la permanenza dell’ex tecnico di Bologna e Juventus sulla panchina delle Rondinelle, che lo avevano richiamato in panchina a 13 anni dall’ultimo impiego, per sostituire il dimissionario Giampaolo. È bastata dunque la sconfitta per 2-0 maturata sul campo del Latina, per convincere il Brescia a cambiare idea? Niente affatto, perché l’avvicendamento sarebbe stato già in programma. "Non sono tornato ad allenare, è bene essere chiari. Io sono un uomo della società e se serve sono pronto anche a traghettare le situazioni”, ha detto Maifredi ospite della trasmissione radiofonica "Pezzi da 90", sull'emittente umbra Radio Onda Libera.

Nessun esonero, dunque, ma solo un avvicendamento naturale: il Brescia, dopo la telenovela Giampaolo - tecnico scomparso, cercato anche da “Chi l’ha visto?” e poi magicamente riapparso per rescindere il contratto con le Rondinelle – aveva ancora bisogno di una settimana di tempo per trovare l’erede giusto per guidare il club lombardo fino alla fine della stagione 2013-2014. La scelta è ricaduta su Cristiano Bergodi, ex difensore della Lazio, come comunica una nota ufficiale del Brescia. La società, inoltre, conferma che sono stati sollevati dai rispettivi incarichi, anche Fabio Micarelli e Roberto Peressutti, ex collaboratori di Giampaolo.

Nello stesso comunicato, il Brescia ringrazia "Gigi Maifredi che si è dimostrato uomo-società, per aver accettato di guidare la squadra nella trasferta di Latina in attesa della nomina del nuovo tecnico". Ora la patata bollente passa nelle mani di Bergodi, che dovrà ricostruire soprattutto psicologicamente una squadra costruita per la promozione in A e che attualmente si trova più vicina alla zona retrocessione  con soli 7 punti in altrettante partite.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO