Presentazione Maglie Juventus 2013: La diretta

Scritto da: -


L’evento è iniziato.

Il presidente Andrea Agnelli apre facendo riferimento al successo ottenuto dallo Juventus Stadium e ricordando la presentazione dell’anno scorso, tutta incentrata sulla “ricostruzione”.

Chi avrebbe immaginato che l’anno scorso si sarebbe concluso con la vittoria dello Scudetto?

Il responsabile Nike sottolinea che questo è il decimo anno di partnership fra Nike e Juventus (all’epoca il contratto lo siglò Antonio Giraudo.

Luca Marrone indossa l’abbigliamento da allenamento.



Fabio Quagliarella
con la tuta da allenamento.

Asamoah, uno dei nuovi acquisti, con la maglia nera.

Eccola la prima maglia della Juventus con Mirko Vucinic e Arturo Vidal.

Ecco la curiosa “pannellatura” della maglia con il bianconero sia dei due riquadri sia di nome e numero del giocatore.

Andrea Agnelli si vede consegnata la maglia “numero 1″ della Juventus e si parla di “trentesimo scudetto”.

Le tre stelle sono ben visibili all’ingresso dello stadio, tutti gli juventini sentono quest’ultimo scudetto come il trentesimo conquistato. Ringrazio a Nike per lo sforzo compiuto per venire incontro alle nostre esigenze.

Le foto della presentazione della Prima Maglia

Le foto della presentazione della Prima MagliaLe foto della presentazione della Prima MagliaLe foto della presentazione della Prima Maglia

La nuova maglia della Juventus per la stagione 2012/2013

La nuova maglia della Juventus per la stagione 2012/2013La nuova maglia della Juventus per la stagione 2012/2013La nuova maglia della Juventus per la stagione 2012/2013La nuova maglia della Juventus per la stagione 2012/2013


Il riferimento è al “pasticcio” che ha costretto il partner tecnico della Juventus a fare molti cambiamenti fra la terza stella, la scritta “30 sul campo” e la toppa a nascondere le due stelle tradizionali della maglie da gara.

Noi mettiamo gli scudetti di fila “1+1+1+…e viene 30″. La federazione ne salta 2 e arriva a 28. Noi non riconosciamo più l’aritmetica della federazione e decidiamo per questo di togliere le due stelle. Questa è stata la scelta. Noi ne abbiamo 30 sul campo, da qui la scritta.

Agnelli ricorda come molti procedimenti (quelli avviati dalla Juventus contro la Federazione) sono ancora in una fase di incubazione. La Juventus andrà avanti: “Le azioni legali servono per tutelare la società”.

Si parla della ripartizione delle risorse legate ai diritti tv in Lega. Viene contestato il metodo: ogni decisione viene presa dall’Assemblea, questo rende difficile prendere delle decisioni.

Secondo il presidente della Juventus c’è tanto lavoro da fare per ristrutturare il sistema calcio, anche rivedere “il codice di giustizia sportiva”, “la legge sugli impianti sportivi”.

Si parla di calcioscommesse.

Questo fenomeno va affrontato nella maniera più seria possibile, non si può immaginare che organizzazioni criminali possano intaccare il risultato sportivo di una competizione. Noi lavoriamo con il “tempo libero” delle persone, con la “passione” della gente. Si deve trovare un modo in cui la giustizia ordinaria sia più sinergica con la giustizia sportiva.

Noi abbiamo il nostro Mister più volte portato sulle prime pagine dei giornali su una vicenda in cui non ha ancora avuto la possibilità di far sentire la propria voce, finalmente venerdì andrà a Roma (è stato convocato da Palazzi).

Conosco Antonio da 20 anni, lui pensa soltanto alla vittoria (persino sua figlia si chiama “Vittoria”), ora avrà l’opportunità di parlare con il procuratore federale Palazzi e dimostrerà la sua estraneità e sono sicuro che dal giorno dopo tornerà ad allenatore la Juventus.

Per noi è un anno importante, ma lo voglio definire “un anno normale”. All’interno dei colletti delle nostre maglie la frase di Boniperti: “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.

Prima domanda sulla maglia numero 10, chi la indosserà?

Per Agnelli “decideranno i ragazzi”, “è piuttosto faticoso”: “nella nostra storia abbiamo avuto tanti numeri 10″.

Nessun riferimento a Del Piero.

Risposta ad Allegri che ha detto “la Juventus ha 31 scudetti, si dimenticano della vittoria in Serie B”:

Gli altri pensino ai fatti loro, il Milan ha due stelle.

Obiettivo Champions già da quest’anno?

La Juventus parte per vincere tutte le competizioni, ma ci rendiamo conto del contesto competitivo molto agguerrito, abbiamo società che oggi fatturano il doppio di noi e possono spendere il doppio. Certo la palla è tonda, le partite vanno giocate. L’anno scorso quando siamo partiti la critica ci dava quinti o sesti, quarti quando eravate ottimisti, a fine anno si è detto che la Juventus avrebbe potuto giocare le semifinali della Champions. Lascio a voi le previsioni.

Sul calciomercato, riferimento al “top player”.

Ci stiamo comportando coerentemente con quelle che erano le esigenze della squadra, io mi aspetto che voi diciate (riferimento ai giornalisti) che con questa squadra usciremo ai gironi di Champions.

Con questa battuta si chiude la presentazione, le parole di Agnelli lasceranno strascichi importanti nelle polemiche dei prossimi giorni.

Vota l'articolo:
3.84 su 5.00 basato su 19 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Presentazione Maglie Juventus 2013: La diretta

    Posted by:

    sono bellissimeeee :) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Presentazione Maglie Juventus 2013: La diretta

    Posted by:

    bela belisima Scritto il Date —