Milan, Adriano Galliani: "Kakà? Parlerò di mercato dal 19 maggio in poi..."

L'ad rossonero presente alla festa di compleanno di Clarence Seedorf.

Oggi, 1° aprile 2014, l'allenatore del Milan, Clarence Seedorf, ha festeggiato le sue 38 primavere. Il tecnico olandese, in pochi giorni, è passato dal rischio di veder naufragata anzitempo la sua nuova avventura da allenatore al Milan alla conferma, che dovrebbe essere praticamente certa, per quanto riguarda la prossima stagione. Di conseguenza, nonostante l'annata decisamente storta dei rossoneri, l'olandese ha trascorso un compleanno perlomeno sereno, merito anche dei recenti risultati positivi della squadra.

A Milanello, quindi, è stata organizzata una piccola festa alla quale ha partecipato anche l'amministratore delegato Adriano Galliani, reduce dalla sua più turbolenta stagione al Milan. Galliani, riconfermando la sua particolare passione per numeri e statistiche, ha voluto ricordare che il giorno in cui Seedorf festeggia il suo compleanno, il primo di aprile, è lo stesso di Arrigo Sacchi e Alberto Zaccheroni.

Il primo è stato sicuramente il fautore del miglior Milan berlusconiano mentre il secondo ha avuto il merito di far risorgere il club rossonero dopo due stagioni terribili (dal '96 al '98), terminate con un undicesimo e un decimo posto. L'auspicio di Galliani, ma anche di tutti gli altri tifosi rossoneri, è proprio questo ossia che Seedorf si rivelasse, per la prossima stagione, una sorta di Zaccheroni 2.0. Si tratta, ovviamente, di una missione difficile perché è opportuno ricordare che si parla di due epoche diverse, con il Milan di allora che non era certo sottoposto a rigide regole imposte dalla società stessa.

E visto che il Milan, il prossimo anno, non presenzierà nell'Europa che conta, Kakà, il figliol prodigo tornato all'ovile che, nonostante non sia più lo stesso degli esordi, si è rivelato uno dei pochissimi giocatori apprezzati quest'anno dai tifosi rossoneri, potrebbe partire nuovamente e dare inizio alla sua avventura americana, più volte accennata.

Galliani ha già dichiarato, lanciando un primo eloquente segnale, che Kakà ha la possibilità di liberarsi dal contratto con il mancato accesso alla Champions. Su Kakà, aleggia l'ombra dell'Orlando City, il nuovo club statunitense che dal 2015 prenderà parte alla MLS. Il giocatore brasiliano avrebbe già un accordo con Flavio Augusto Silva, proprietario del club della Florida anch'egli brasiliano.

adriano galliani 1 4 2014

Oggi, però, l'ad rossonero ha scelto il silenzio, non confermando alcuna voce e rimandando ogni discorso legato al mercato a tempo debito:

E' presto per parlarne. Del mercato pensiamo a fine stagione, dal 19 maggio parleremo di mercato, abbiamo ancora sette gare da giocare. Pensiamo al campo fino al 18 maggio poi se ne riparla.

Neanche la posizione dello stesso Galliani, a dirla tutta, sembra essere così sicura. In questi giorni, infatti, circolano voci riguardanti un interesse sia del Paris Saint-Germain che del Guangzhou Evergrande. Con il nuovo consiglio di amministrazione, che avverrà tra due settimane, il quadro sarà più chiaro ma ciò che è già evidente, comunque, è che il nuovo Milan dovrà essere costruito in un clima di ulteriore austerità.

Se Galliani resta, sarà chiamato alla sua stagione più difficile al Milan.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail