Mondiali Brasile 2014, la scheda della Grecia: orgoglio e voglia di riscatto per gli ellenici

Il Mondiale di calcio può regalare momenti di gioia e serenità a un Paese che vive da anni una crisi economica e sociale di non facile soluzione, E' questo il desiderio del popolo greco, pronto a tifare la Nazionale allenata da Fernando Santos.

Alla stregua di quanto già avvenuto nelle ultime competizioni internazionali cui ha partecipato, la Grecia si presenta in Brasile con un rooster di calciatori esperti che si affiancano ad altri di nuova generazione. Onnipresente, Giorgios Karagounis, capitano 37enne, con 134 presenze in maglia ellenica. Oltre all'ex interista, il c.t. Santos non ha rinunciato all'apporto di altri veterani come Katsouranis (ex Benfica ora al Paok), Gekas , Salpingidis ,Samaras e Torosidis. Il terzino giallorosso è uno dei 6 convocati greci che militano in Serie A. Lo affiancano Moras, Christodoulopoulos, Kone, Tachtsidis e Fetfatzidis.

Il Mondiale brasiliano rappresenterà un'occasione importante per le nuove leve del calcio greco. Tra esse, oltre agli "italiani", spicca il centravanti Kostas Mitroglu, protagonista della fase a gironi di Champions con l'Olympiakos prima della cessione milionaria, a gennaio, al Fulham poi retrocesso nella Championship inglese. Chance importante anche per l'ex milanista Papastathopoulos e altri due difensori, Josè Holebas e Kostas Manolas, entrambi dell'Olympiakos.

La storia della Grecia ai Mondiali

La Grecia partecipa per la terza volta ai Mondiali. L'esordio a Usa '94 con zero vittorie nel girone con Argentina, Nigeria e Bulgaria. Eliminazione nella prima fase anche a Sudafrica '10 dove gli ellenici si sono ritrovati contro due delle squadre affrontate nella precedenza esperienza mondiale. La vittoria, 2-1, sulla Nigeria è stata vanificata dalle sconfitte con Corea del Sud e Argentina.

Come miglior risultato in ambito internazionale, la Grecia vanta il trionfo agli Europei 2004. Sconfitto, in finale, 1-0, il Portogallo padrone di casa con gol di Angelos Charisteas.

La qualificazione a Brasile 2014

Per qualificarsi ai Mondiali, la Grecia ha dovuto superare gli spareggi tre le seconde classificate dei gironi europei. Gli ellenici sono arrivati primi, a pari punti, con la Bosnia nel gruppo G. Decisiva la migliore differenza reti dei balcanici. Nel doppio confronto playoff, la Grecia ha estromesso la Romania (3-1 a Atene; 1-1 nel ritorno a Bucharest). Decisivi i tre gol segnati da Mitroglu.

L'allenatore della Grecia: Fernando Santos

Dopo il tedesco Otto Rehagel, alla guida della Grecia per dieci stagioni, la federazione ellenica ha scelto un altro allenatore straniero, il portoghese Fernando Santos, in carica dal 2010. Con lui in panchina, la Grecia ha ottenuto la qualificazione agli Europei disputati nel 2012 in Polonia e Ucraina dove è riuscita a passare la fase a gruppi prima dell'eliminazione, ai quarti, con la Germania.

Santos ha allenato anche tre dei più importanti club greci, l'Aek Atene, il Panathinaikos e il Paok Salonicco, ultima squadra prima dell'approdo in Nazionale. In patria, il c.t. ellenico ha vinto con il Porto un campionato, due Coppe di Portogallo e due Supercoppe nazionali tra il 1998 e il 2000.

La rosa dei 23 della Grecia

Portieri: Karnezis (Granada), Glykos (PAOK), Kapino (Panathinaikos).

Difensori: Manolas, Maniatis, Holebas (Olympiakos), Papastathopoulos (Borussia Dortmund), Tzavellas (PAOK), Vyntra (Levante), Torosidis (Roma), Moras (Hellas Verona)

Centrocampisti: Tziolis (Kayserispor), Samaris (Olympiakos), Katsouranis (PAOK), Karagounis (Fulham), Tachtsidis (Torino), Fetfatzidis (Genoa), Christodoulopoulos (Bologna), Kone (Bologna)

Attaccanti: Salpingidis (PAOK), Samaras (Celtic), Mitroglou (Fulham), Gekas (Konyaspor)

Il gruppo C e il calendario della Grecia

Si prospetta equilibrato il Gruppo C con Grecia, Giappone, Colombia e Costa d'Avorio. Tra le quattro compagini, Colombia e Costa d'Avorio si fanno preferire sulle altre, vista la ricchezza dei rispettivi organici. Per la Grecia, tuttavia, la qualificazione agli ottavi non è affatto impossibile. Di seguito, gli impegni che attendono la nazionale biancazzurra.

14 giugno 2014, ore 13.00 (18.00) - Belo Horizonte, Minerao
Colombia - Grecia

19 giugno 2014, ore 19.00 (Mezzanotte) - Natal, Arena das Dunas
Giappone - Grecia

24 giugno 2014, ore 17.00 (22.00) - Fortaleza, Castelao
Grecia - Costa d'Avorio

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO