Trofeo Moretti all'Inter: squadre in maschera

Trofeo Moretti all'Inter Ha detto veramente poco questo Trofeo Birra Moretti, a mio modestissimo parere.
Probabilmente i tre tecnici avranno avuto indicazioni maggiori degli spettatori.
Mi è parso un torneo di una pochezza tecnica complessivamente allarmante.
Il Napoli di Reja ci ha messo cuore e grinta ma è spuntato là davanti, non riuscendo quasi mai a essere pericoloso.
La Juventus mi è parsa una squadra di gregari, alcuni anche molto buoni come Nocerino, con un solo giocatore capace veramente di "trattare" il pallone, il solito e vetusto Alex Del Piero, autore del bel goal-vittoria contro i partenopei.
Decisamente meglio l'Inter che, pur priva di quasi tutti i sudamericani (e non sono pochi), ha giocato in surplace, dimostrando di essere nettamente superiore alle sue avversarie, anche a livello di seconde linee.
Nessuno sforzo per battere il Napoli, grazie ai goal di Stankovic e Suazo nel giro di 60 secondi, e la Juventus con la rete di Cesar.
Il mini-match più atteso, è stato un incontro in maschera.
Nè Mancini nè Ranieri hanno voluto scoprire le carte e così, il mister nerazzurro ha mandato in campo in campo ben quattro ragazzi della Primavera, e il suo collega ha schierato soltanto tre titolari, Almiron, Andrade e Zebina, che sono diventati due con l'uscita del francese dopo 9 minuti.
Trofeo all'Inter e sfida rinviata quindi a Martedi prossimo nel Trofeo Tim, insieme al Milan o, più comprensibilmente al 4 novembre, in campionato.
Allora si farà sul serio.

  • shares
  • Mail
64 commenti Aggiorna
Ordina: