Trofeo Tim all'Inter





Non solo Champions Martedi sera. La serata del pre-Ferragosto ha proposto anche l’ormai tradizionale Trofeo Tim, che mette di fornte Inter, Juventus e Milan nel classico triangolare estivo che a giudicare dai dati Auditel, ha riscosso più successo della mattanza di Lazio-Dinamo Bucarest.

Il trofeo lo ha vinto l’Inter per la quinta volta in sette edizioni (nelle altre due occasioni, successi rossoneri) grazie ai successi sulla Juventus (5-4 ai rigori dopo lo 0-0 nei 45 minuti) e nel mini-derby: 1-0 con la perla di Recoba nel video. Nel mezzo, Milan batte Juve 1-0 con goal di Gilardino.

E non facciamo facili battute sul binomio Inter/Tim.

Le tre storiche rivali, pur essendo ancora evidentemente in fase di preparazione, hanno dimostrato ampi segnali di miglioramento rispetto alle ultime uscite (in realtà la Juve aveva già avuto un acuto nell’amichevole di Cesena contro la Roma).

L’Armata nerazzurra ha dato prova di avere qualcosa in più, non tanto sul piano del gioco (bianconeri e rossoneri sono state pari e, in alcune fasi anche superiori), quanto per risorse.

Nel terzo mini-incontro, la squadra di Mancini, imbottita di riserve e Primavera, ha tenuto bene botta ad un Milan, tecnicamente e tatticamente superiore (nonostante l’ampio turnover) e, alla fine, ha piazzato lo spunto vincente.

L’unico rischio è che ora Moratti non faccia più andare via il Chino, che non ha partecipato alla premiazione.

In ogni caso Inter ancora una volta in maschera, come accaduto nel “Birra Moretti”, in vista della Supercoppa di domenica.

Milan monotono nel suo incedere: tanto possesso di palla, classe sopraffina di alcuni suoi elementi (Seedoorf su tutti, ma anche Pirlo), in ritardo Kakà, già in palla Gattuso, e solita scarsa incisività in avanti, nonostante sia il Gila contro la Juve che Pippo contro l’Inter, sono parsi in buona forma.

La squadra di Ranieri sta prendendo le misure alla serie A ma, a mio modestissimo parere, manca di un uomo di peso in difesa (Andrade è uno scarpone) e di un vice Trezeguet (Iaquinta si muove bene, ma segna un decimo).

In settimana tasteremo di nuovo il polso delle tre società: Venerdi Milan-Juventus per il Trofeo L. Berlusconi e, domenica, come detto, Inter-Roma per Supercoppa di Lega.

Teatro sempre il Meazza di Milano, tornato alla capienza di oltre 80 mila, grazie all’installazione dei tornelli necessari.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: