E' morto Antonio Puerta



Sembrava in miglioramento il difensore del Siviglia e della nazionale spagnola Antonio Puerta, lui che dopo aver perso i sensi s'era alzato con le proprie gambe, aveva sentito l'applauso dei propri tifosi, aveva portato la maglietta sudata verso il viso per asciugarsi un po'. I ripetuti arresti cardiaci che di lì a poco l'avrebbero falcidiato sono stati però la sua condanna e dopo tre giorni di apprensione questo pomeriggio il giovane Antonio è spirato nell'ospedale universitario andaluso dopo un fatale peggioramento dovuto a una encefalopatia postanossica e alla sofferenza multiorgano. Dopo il camerunense Foe e l'ungherese Fehr, un altro dramma improvviso e inaspettato nel mondo del calcio, il tutto nel giro di pochi anni.

Questa sera il Siviglia è impegnato contro l'AEK Atene per i preliminari di Champions ma a questo punto non si capisce se questa gara come quella di venerdì prossimo contro il Milan a Montecarlo verranno disputate. In una nota sul sito rossonero si legge infatti che "il Milan resta a disposizione e condivide fin d'ora qualunque decisione verrà adottata dall'Uefa per la disputa o meno della gara di Supercoppa Europea".
Le condoglianze di calcioblog vanno al Siviglia e alla famiglia del giocatore, soprattutto alla giovane moglie che lo avrebbe reso papà per la prima volta fra un mese.

  • shares
  • Mail
73 commenti Aggiorna
Ordina: