Ennesimo capitolo Catania: calcioscommesse!

Fino a fine gennaio un campionato splendido. Da allora in poi i guai. Il Catania in 7 mesi ne ha dovute sopportare di tutti i colori: la morte di Raciti, il Massimino chiuso per l'intera stagione scorsa, le accuse di mobbing alla società da parte di Pantanelli, Biso e Falsini, il calcione di Baldini a Di Carlo, le minacce di dimissione di Lo Monaco. Nel capoluogo etneo non pensavano si sarebbero dovuti confrontare anche con una accusa su presunte combine; la Procura della Repubblica di Siracusa ha infatti aperto un fascicolo inerente a due partite dell'anno passato: Catania-Ascoli 3-3 (rocambolesco recupero con i marchigiani quasi retrocessi che riuscirono a strappare un punto insperato) e Sampdoria-Catania 1-0 (partita clou per i rossoazzurri che persero per una topica colossale di Pantanelli su tiro di Zenoni).

L'inchiesta, inoltre, pare mettere in primo piano il coinvolgimento di due giocatori che avrebbero scommesso sulle partite in questione: proprio Pantanelli e il già citato Falsini. Il primo, ora ad Avellino, ha per il momento risposto con un secco no comment, il secondo, ancora al Catania, ha dichiarato di non aver mai scommesso in vita sua. I tifosi però non ci sentono: il terzino sembra sia stato minacciato di morte mentre si recava in allenamento e ora le forze dell'ordine gli hanno messo a disposizione una scorta.
E il mio pensiero va alla stragrande maggioranza di appassionati e sportivi catanesi che in così poco tempo stanno sopportando tutto questo...

  • shares
  • +1
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: