Balotelli: foto con fucile su Instagram, è incorreggibile

Nel giorno in cui il Milan 2014-2015 si presenta ufficialmente ai tifosi, non senza qualche polemica da parte della Curva Sud, Mario Balotelli ne combina un’altra delle sue. A pochi giorni dalle ‘balotellate’ del Mondiale, l’attaccante rossonero ha pubblicato sul proprio profilo ufficiale Instagram una foto che lo ritrae mentre imbraccia un fucile. Il commento a corredo, è un messaggio probabilmente a qualcuno con il quale Balotelli ha litigato: "Un grande bacio a tutti coloro che mi odiano". A poche ore dalla conferenza stampa del nuovo allenatore del Milan, Filippo Inzaghi, che aveva annunciato "Gli ho già parlato, punterò su Balotelli", l’ennesima balotellata che potrebbe cambiare nuovamente gli scenari di mercato rossoneri.

Dopo qualche minuto dalla pubblicazione, la foto provocatoria è stata cancellata, probabilmente su consiglio di qualcuno. I commenti all’immagine si erano divisi tra chi incitava Balotelli a fregarsene delle critiche e chi, invece, lo invitava a darsi una regolata: "Pippo (Inzaghi) parla di vita sana e rispetto delle regole, Balotelli posta una foto con un fucile, iniziamo bene!", ha scritto un follower di Supermario. Al posto della foto incriminata, è apparsa poco dopo una frase di tutt’altro genere: "La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso". Una citazione che incita ad andare avanti poiché la forza di volontà può sopperire alle qualità mancanti.

Balotelli-fucile

Sta di fatto che ormai il danno è stato fatto e dall’ambiente rossonero trapela ancora una volta disagio. Inzaghi, tra le altre cose, aveva detto in conferenza stampa:

"Chi non lotta non può giocare nel mio Milan… Perdonerò un errore tecnico, ma non un comportamento sbagliato".

Balotelli ha già iniziato con il piede sbagliato: lo scorso anno il Milan provò a limitarne l’abuso dei social network, proponendo addirittura l’affiancamento di un tutor che lo aiutasse a maturare. Il giocatore e il suo agente, Mino Raiola, andarono su tutte le furie e poi non se ne fece nulla. Il Milan può aver risolto la grana Seedorf allontanando il tecnico inviso allo spogliatoio, ma con Balotelli avranno ancora una volta una brutta gatta da pelare, a meno di una clamorosa cessione nel mese di agosto.

  • shares
  • +1
  • Mail