Missione impossibile


Mancano ormai poche ore alla sfida del Delle Alpi, quella che deciderà se la Juve potrà continuare a correre per il titolo di campione d'Europa o se, molto più realisticamente, dovrà archiviare un'altra stagione continentale fallimentare.

La buona sorte non è dalla parte di Capello, infortuni e squalifiche limano le sue possibilità di scelta, colpa sicuramente anche di qualche errore di gestione: troppi giocatori sono stati tenuti lontano dal campo a lungo, vedi Olivera.

Gli indisponibili purtroppo non sono giocatori di secondo ordine.
Partiamo dal capitano Del Piero. In settimana si era sperato in un suo recupero, per poter almeno partire dalla panchina. Alex in effetti ha potuto constatare importanti miglioramenti per quello che riguarda il suo infortunio, ma non decisivi purtroppo per poter dare una mano ai suoi compagni.

Tra gli squalificati invece ci saranno Vieira, che da diffidato rimediò all'andata il suo classico giallo, Camoranesi e Zebina, entrambi espulsi durante la sciagurata partita di Highbury, anche se il primo era già diffidato e avrebbe saltato comunque la partita di stasera.
Prenderanno il loro posto rispettivamente Giannichedda, Mutu (che potrà lasciare la fascia sinistra con il ritorno di Nedved) e Chiellini che sembra favorito su Balzaretti, previsto quindi uno spostamento a destra di Zambrotta.
Tutti gli altri dovrebbero essere regolarmente al loro posto, compresi Trezeguet e Ibrahimovic che ultimamente non stanno attraversando un ottimo periodo.

Tutto tranquillo, pare, dal fronte polemiche. In settimana Nedved si era sentito attribuire dai tabloid inglesi parole di poca stima nei confronti dei suoi compagni in seguito alla trasferta di Londra, avrebbe salvato il solo Buffon. Il ceco ha comunque smentito tutto, ammettendo solo di esserci rimasto male alla luce del suo pallino per la Champions che non è un segreto per nessuno. Proprio per questo ha promesso il massimo impegno per stasera.

C'è poco da dire o da pronosticare. L'impresa è delle più difficili, bisogna attaccare senza scoprirsi, i Gunners sanno essere micidiali in contropiede. Potrebbero mancare tra le loro fila Fabregas e Eboue, anche se le ultime notizie li danno probabilmente per recuperati e arruolabili.

L'auspicio è quello di vedere in campo una squadra tonica e convinta dei propri mezzi, a prescindere dall'esito finale.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: