100 anni di Spal

Un secolo fa un sacerdote salesiano, Pietro Acerbis, fondava un circolo culturale di nome Ars Et Labor. Qualche anno più tardi alle attività artistiche si aggiunsero quelle sportive partendo inizialmente con ciclismo e atletica e il circolo cambiò il nome in Polisportivo Ars Et Labor adottando i colori sociali bianco e azzurro che sono poi quelli dell'ordine dei salesiani. Ci vollero altri tre anni però prima che le attività sportive si distaccassero dal resto per far nascere la Società Polisportiva Ars Et Labor, la SPAL!

Proprio in questi giorni si sta celebrando la ricorrenza del centenario di questa società storica del calcio italiano, che vanta anche vari anni di militanza in serie A ed è soprattutto ricordata per il suo ottimo vivaio.
Sabato è stata inaugurata la mostra dedicata a questi cento anni, il testimonial dell'evento era Fabio Capello che ha parenti ferraresi e proprio dalla SPAL è partito come calciatore prima di essere acquistato dalla Roma.
Il culmine della festa però sarà raggiunto stasera quando alle 20 e 30 lo stadio Paolo Mazza sarà gremito di tifosi e varie iniziative avranno luogo a caratterizzare una serata che è stata battezzata "Cento anni di passione".

Il programma della serata prevede in prima serata un triangolare, a contenderselo saranno tre diverse SPAL, quella del compianto Caciagli degli anni '70 rinforzata da alcuni elementi di quella di De Biasi stagione 1996/97, quella degli anni '80 di Galeone e quella allenata da Gibì Fabbri che negli anni '90 conquisto la serie B.
Un altro momento importante della serata sarà quello della premiazione del Top 11 di tutti i tempi scelto mediante un sondaggio tra tutti i tifosi, spiccano nella formazione nomi come Picchi, Paramatti, Capello e Massei il quale nel pomeriggio di oggi è stato anche insignito della cittadinanza onoraria.
Infine ci sarà spazio per la commozione quando verranno proiettate su un maxischermo tutte le immagini dei giocatori che hanno vestito la casacca a righe bianche e blu e che purtroppo non sono più in vita.

Una bella serata di sport quindi per i tifosi spallini che potranno per un giorno dimenticare le amarezze di questi ultimi anni. La loro squadra infatti è passata attraverso varie vicissitudini tra cui anche una rifondazione. Attualmente milita in serie C2 e dopo cinque turni si trova leggermente staccata dalla vetta, i tifosi ovviamente si augurano di poter festeggiare l'anno del centenario con qualcosa di importante, per il momento però non possono che godere dei ricordi di un passato che a tratti è stato glorioso.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: