Mancio dove vai?


In fondo si poteva benissimo immaginare che tra tutti quelli che si sono rotti le palle con l'Inter, ci finisse anche Roberto Mancini.

Invece il Mancio, se non ha proprio detto di volersene andare, certamente ha fatto capire di non avere intenzione di lasciarsi trasportare dagli eventi: se l'Inter non lo conferma, lui per il calcio italiano non è che straveda in questo momento e quindi potrebbe cogliere la palla al balzo e tantare l'avventura all'estero (da Datasport):

"Quanto successo accelera i miei propositi di andare all'estero - ha detto a chiare lettere il tecnico - Non voglio piu` parlare di questi episodi, mi sono stancato.
Voglio parlare solo di calcio e queste cose non lo sono.

Vincere e divertirsi è l'espressione massima di questo gioco, ma in Italia non succede e non succedera' piu'
.

Il riferimento di Mancini è all'episodio di aggressione subito dai giocatori, ma è anche una evidente dichiarazione di indipendenza rispetto al tema Mancini si, Mancini no, su cui sembra orientarsi il dibattito tra riformisti e rivoluzionari nato in seno alla tifoseria nerazzurra.

Potrebbe infatti essere lui a decidere di andarsene, senza che siano la società, o i tifosi a cacciarlo.

Un outing, quello di Mancini, che mi ancora sempre più alle mie posizioni: secondo me, l'allenatore giusto per completare il Progetto Mancini, è Roberto Mancini.

Se non altro perché parla chiaro, che in casa Inter è già qualcosa.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: