Il Presidente del FC Molenbeek Brussels paga caro la frase razzista

Johan Vermeersch, Presidente dell'FC Bruxelles, squadra della Jupiter League Belga (equivalente della Serie A) ha pagato carissimo una frase dal contenuto razzista rivolta al suo giocatore Zola Matumona, originario del Congo.

Il centrocampista Classe '81, ha ottenuto la rescissione unilaterale del contratto, in scadenza nel giugno del 2009, dopo la denuncia intentata alla Federcalcio Belga per via di una frase razzista che il Presidente gli avrebbe rivolto dopo una partita:

Non sei piu' nel tuo paese, dimenticati alberi e banane

Johan Vermeersch ha confermato alla stampa di aver pronunciato quelle parole, ma ci ha tenuto a specificare di averlo fatto come "battuta", senza intenti razzisti. Si è ugualmente scusato con il giocatore, sottolineando che il "duro confronto verbale" non è avvenuto solo con il calciatore congolese, ma anche con altri componenti della squadra al solo scopo di richiamarli ad un rendimento più costante e ad un maggior impegno. L'Fc Molenbeek Brussels (questo è il nome Fiammingo) è infatti quart'ultima in classifica con soli 7 punti dopo 11 giornate.

Le dichiarazioni non hanno però sortito un effetto positivo: oltre alla rescissione del contratto con Matumona, anche il main sponsor della squadra, la Ford con il suo marchio Kia Motors, ha ritirato la sponsorizzazione rifiutandosi di legare ulteriormente la propria immagine a quella dell'FC Bruxelles.

  • shares
  • +1
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: