Juve-Inter: la partita dell'anno


E' di nuovo derby d'Italia: dopo mesi d'assenza per via di Calciopoli, la partitissima tra Juventus ed Inter ritorna d'attualità e con essa isterismi, tensioni, tatticismi e centinaia di televisioni da tutto il mondo. Il prefetto di Torino non ha reputato questa sfida come un match ad altissimo rischio, così sarà giocata alle 20 e 30 all'Olimpico e ci saranno tutti gli ingredienti per uno spettacolo di primissimo livello. Tra gli ex spicca Cristiano Zanetti tra le fila bianconere, Ibrahimovic tra quelle nerazzurre, con Vieira fermo ai box per infortunio: lo svedese ha già precisato che se segna esulterà (chissà quanti fischi per lui), il centrocampista carrarese ha invece detto che c'è rispetto, non paura. Bollicine per rendere ancora più frizzante la vigilia.


La Juventus spera nei 3 punti per riavvicinare la capolista, lontana 4 lunghezze; anche per questo motivo Ranieri ci ha tenuto a precisare che i suoi ragazzi andranno in campo per vincere. "Affrontiamo una squadra che è la favorita e che che questo Scudetto può solo perderlo, quindi va fermata. Noi non possiamo accontentarci di pareggiare e le grandi squadre si differenziano per la volontà di puntare sempre alla vittoria. Per una volta, quindi, credo che tutta l’Italia, tranne gli interisti, tiferà per noi. Comunque, il mio augurio più grande è quello di arrivare con lo stesso distacco alla sfida di ritorno" ha dichiarato il tecnico romano che ha poi spronato Del Piero, indicandolo come il probabile uomo-partita. Per questa sfida, che Ranieri si aspetta "veloce, avvincente e tattica", gli 11 titolari juventini dovrebbero essere: Buffon, Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro, Camoranesi, Zanetti, Nocerino, Nedved, Del Piero e Trezeguet. Dubbi sulle fasce di centrocampo: Camoranesi forse partirà dalla panchina (al suo posto Brazzo o Iaquinta) e anche Nedved è acciaccato (potrebbe partire Palladino). Non fantascientifica l'esclusione di Nocerino per Tiago o quella di Grygera per Zebina, ma in linea di massimo l'undici di partenza dovrebbe essere quello sopra riportato.

Mancini si mostra tranquillo alla vigilia di questa sfida in cui la sua Inter si gioca molto: una vittoria potrebbe lanciarla in fuga, ma potrebbe anche darle onore dopo le tante chiacchiere circa l'assenza della Juve nel calcio che conta. "Questa partita vale solo tre punti, a meno che non abbiano cambiato il regolamento. Dobbiamo cercare di vincerla, così come tutte le altre partite, per rimanere in testa. Anche perché abbiamo un calendario più difficile rispetto alle concorrenti per lo scudetto" ha detto l'allenatore di Jesi che non ha convocato Adriano pare in accordo col brasiliano stesso. "La Juve vuole batterci con più fermezza del solito per gli strascichi di quello che è successo. Io comunque non credo si debba fare domani di più rispetto a un'altra gara, cercare di strafare sarebbe la cosa più sbagliata, noi dobbiamo sfruttare le nostre qualità" ha tagliato corto Mancini che dovrebbe affidarsi, anch'egli, alla formazione che tanto bene ha fatto fino ad ora: Julio Cesar, Maicon, Cordoba, Samuel, Chivu, Figo, Dacourt, Cambiasso, Zanetti, Ibrahimovic, Crespo. Il portiere brasiliano pare recuperato al 100%, al posto di Chivu potrebbe giocare Maxwell mentre per l'attacco Mancini potrebbe tenere fuori Crespo per Cruz (o addirittura Suazo).

Sarà la 206esima volta che Juve e Inter si scontreranno su un campo da gioco (93 vittorie bianconere, 63 interiste e 49 pareggi); in Serie A la partita s'è giocata 148 volte (70 successi per i piemontesi, 42 per i lombardi e 36 X), di cui in 74 occasioni a Torino. Proprio nel capoluogo del Piemonte il ruolino dell'Inter è un po' troppo deficitario: i milanesi hanno vinto solo 10 volte e pareggiato 12, perdendo per ben 52 volte. L'ultima vittoria dell'Inter risale al 20 aprile 2005 (0-1, gol di Cruz), l'ultimo pareggio al 27-10-2001 (0-0 nella stagione che si concluse col famoso 5 maggio), l'ultima vittoria della Juve in casa il 2 ottobre 2005 (2-0, Trezeguet e Nedved).

Domani sera tutti pronti ad aggiornare le statistiche, anche se probabilmente una eventuale vittoria, domani, varrà il doppio!

  • shares
  • +1
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: