Il Fair Play di Claudio Ranieri

Ranieri mostra fair play e contribuisce a far togliere un'ingiusta ammonizione a Julio Cesar
Il Big Match fra Juventus e Inter, nonostante tutte le tensioni della vigilia che potevano far presagire chissà quale "guerra", è stato contraddistinto da un fair play e da una correttezza che fanno onore alle due squadre scese in campo.

Per una volta i giocatori hanno interpretato al meglio la necessità di stemperare i toni, di evitare che le tante ragioni di acredine presenti fra le due compagini prevalessero, evitando di generare tutte quelle situazioni che potevano far andare la situazione fuori controllo. Non è mancato l'agonismo e qualche scontro "vigoroso", ma nulla di trascendentale e le strette di mano fra i calciatori si sono sprecate con l'unica eccezione di Ibrahimovic che, innervosito da una prova non esaltante, ha avviato una sorta di duello rusticano con Chiellini. I due non sono comunque partiti per la tangente, evitando anche di rimediare ammonizioni o grossi richiami. C'è da dire che l'Arbitro Rocchi ha contribuito con una direzione di gara più che buona, ma la "tolleranza" con la quale i 22 in campo e i due tecnici hanno accettato le chiamate del direttore di gara, anche quelle al limite poi rivelatesi corrette al replay, non è cosa da tutti giorni in partite del genere.

Su tutti dobbiamo segnalare il bel gesto di Fair Play di Claudio Ranieri, non più di 15 giorni fa espulso dall'arbitro Banti in Juventus - Genoa e duramente bacchettato da Candido Cannavò per questo.

Al 10° del secondo tempo Julio Cesar si attarda nel battere una rimessa dal fondo, Rocchi lo ammonisce per perdita di tempo e il brasiliano si dirige piuttosto arrabbiato in direzione dell'arbitro. Nel frattempo Ranieri si reca con uguale celerità nei pressi del quarto uomo per spiegare come il portiere brasiliano dell'Inter fosse assolutamente incolpevole: stava ritardando la ripresa del gioco perchè invitato dagli altri giocatori ad attendere che Molinaro potesse essere medicato.

In pochi secondi l'episodio si chiarisce e l'arbitro "ritira" il procedimento disciplinare. Un bel gesto, molto apprezzato anche dai componenti della panchina dell'Inter, una di quelle "regole elementari di correttezza" che nella vita quotidiana si danno per scontate e che spesso su un campo di calcio vengono disattese dai protagonisti del nostro calcio.

  • shares
  • +1
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: