La disavventura di Capello: insultato in aereo

Che Fabio Capello non sia l'allenatore più simpatico sulla piazza non ci piove: si tratta del "destino dei vincenti", secondo i suoi estimatori, del "dazio che devono pagare gli arroganti e i presuntuosi", secondo i suoi detrattori.

Ad ogni modo, ora che Capello è a riposo, dopo il successo nella Liga dello scorso anno con il suo Real Madrid, e il suo nuovo lavoro di "Commentatore di punta" per Rai Sport impegna tutte le sue energie, gli può capitare piuttosto frequentemente di imbattersi in persone che non appartengono esattamente alla schiera (peraltro non nutritissima) dei suoi ammiratori.

Capello, seconda voce nelle partite di Champions mandate in onda dalla Rai, era Mercoledì a Lisbona per il commento di Sporting Lisbona - Roma. Nonostante "l'ingaggio" principesco strappato alla tv di stato non gode evidentemente del benefit di un posto in business class che lo metterebbe al riparo da spiacevoli incontri. Infatti, proprio sul volo che lo ha riportato in Italia, si è ritrovato a condividere il viaggio con un nutrito gruppo di supporters della Roma.

Secondo quanto riferisce Controcampo, appena individuata la presenza dell'ex-allenatore, i tifosi hanno cominciato ad insultarlo in ogni modo possibile, sottoponendolo alla stessa "cura" di cori offensivi e sfottenti riservatagli quando ai tempi della Juventus si ritrovava a giocare all'Olimpico.

C'è poco da fare, difficilmente i romanisti faranno scemare il loro astio nei confronti dell'allenatore del terzo scudetto giallorosso, impossibile dimenticare il passaggio repentino all'odiata squadra di Torino dopo aver pronunciato celebri parole "Io mai alla Juve, non voglio avere niente a che fare con il Signor Moggi".

  • shares
  • +1
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: