Protagonisti giallorossi: Philippe Mexes


Brocco? Fuoriclasse? Forse nessuna delle due cose, ma il difensore della Roma ha mostrato negli ultimi mesi una forma psicofisica impressionante. "Er padre de Enzo" come viene chiamato da Domenico Ferretti de "Il Messaggero", sembra aver ritrovato la serenità da quando l'UEFA ha "risolto" (a danno della Roma) il contenzioso sorto tra i giallorossi e l'Auxerre, ex squadra del transalpino.

Philippe, da metà campionato non ne ha sbagliato una. Dall'alto del suo metro e ottantasette centimetri, doma tutti cross catapultati a centroarea, gioca di anticipo senza mai rischiare il fallo, esce a testa alta dalla difesa (ricordate Zago?), si propone spesso in vanti sfoggiando una inaspettata confidenza con il dribbling. E qualche gol pesante lo ha messo a segno.

Spalletti in una conferenza stampa lo "marchiò" a fuoco con una parola: "Mexes è IMBARAZZANTE!!!". Si parla già di un interessamento da parte di grandi società italiane ed estere, ma lui lo ha ribadito più volte: ama Roma, la Roma, ed ogni volta che entra nel "suo" stadio prova delle emozioni fortissime. Cosa ci si poteva aspettare da un ragazzo francese di 23 anni che chiama il suo primogenito Enzo...

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: