Juventus-Milan le pagelle: la serata di Morata

Vince la Juventus contro il Milan grazie a un Morata generosissimo e goleador.

Alvaro Morata conquista probabilmente e definitivamente questa sera il pubblico dello Juventus Stadium. Per il gol, certo, che chiude la partita con il Milan, ma in particolare per un recupero difensivo da centometrista nel primo tempo che fa alzare in piedi tutto lo stadio. E' lo spirito della Juventus, questo, intatto anche dopo tre anni e mezzo e un cambio di allenatore.

Il Milan può prendersi gli applausi, ma non i punti. Resta in partita sempre, anche sull'1-3, dimostrando di aver messo alle spalle il periodo negativo di inizio 2015. Ora vediamo le pagelle di questa sera:

BUFFON 7: Salva il risultato su Pazzini. Dà sicurezza a tutto il reparto anche nel primo tempo.

PADOIN 6.5: Onesta partita sulla fascia destra. Molto bene nel primo tempo, si gestisce nella ripresa.

BONUCCI 7: Segna gol importanti. Questa volta da opportunista d'area da rigore. E in difesa non molla mai.

CHIELLINI 6.5: Qualche buco, ma la consueta grinta che gli permette di arrivare anche dove non lo sorregge la tecnica.

EVRA 7: Partita assolutamente perfetta da parte del francese. Spinge con costanza, non soffre neanche in fase difensiva.

PADOIN s.v.

MARCHISIO 7: Ingaggia un duello personale con Diego Lopez e una volta è il palo a dirgli di no. Si sarebbe sicuramente meritato il gol, ma a centrocampo ha ruggito come un leone contro Muntari ed Essien.

PIRLO 6: Partita da operaio per il professore. Pressing, contrasti. Cose non da Pirlo, insomma, che su punizione invece per due volte non arriva in porta.

POGBA 6.5: Il gol del 3-1 è frutto di un suo numero. Parte con il freno a mano un po' tirato, ma cresce con il passare dei minuti.

VIDAL 5.5: L'unica insufficienza della Juve stasera. Perde il duello con Antonelli nell'1-1.

TEVEZ 6.5: Il gol che spacca la partita, sul filo del fuorigioco. Vorrebbe anche fare il bis, ma non gli riesce. Contro il Milan, comunque, segna sempre lui.

MORATA 7.5: Già detto prima. Il nuovo idolo dello Js? Forse. Il 3-1 è facile facile, il resto del lavoro no. Fa il primo difensore quando gli avversari recuperano palla. Sarebbe piaciuto tanto pure ad Antonio Conte.

LLORENTE s.v.

ALL. ALLEGRI 7: La Juve riprende a marciare dopo lo 0-0 di Udine, rispolverando la difesa a quattro. Tiene tranquilla la squadra e le dà la chance di soffrire, a patto poi di colpire.

MILAN

DIEGO LOPEZ 6.5: Conferma le sue doti con un paio di parate fenomenali che limitano il passivo.

ZACCARDO 5: Dopo il grande esordio in rossonero, non si conferma su alti livelli.

ALEX 7: Giganteggia nella difesa del Milan. Mette una pezza dove i compagni sbagliano.

PALETTA 5.5: Esordio così e così, con qualche indecisione. Ma può essere sicuramente importante per Inzaghi.

ANTONELLI 7: Con la maglia del padre, subito in gol. E che gol. Da attaccante. Tanta corsa. Il migliore del Milan.

POLI 5.5: Soffre a centrocampo. Fino alla sostituzione. Che è una liberazione.

ESSIEN 5.5: Anche lui non fa una bella figura. E rischia spesso il cartellino rosso.

MUNTARI 5.5: Chi l'ha visto? Non ci mette neanche la solita aggressività.

CERCI 5: Dovrebbe fare fuoco e fiamme sentendo profumo di derby. Limitato, mai pericoloso.

MENEZ 5: L'influenza lo mette ko anche prima della sostituzione sacrosanta.

HONDA 5.5: Leggermente più vivace dei compagni di reparto. Non incide.

PAZZINI 6.5: Crea pericoli, potrebbe riaprire la partita ma trova davanti un SuperGigi. Si meriterebbe la maglia da titolare.

BONAVENTURA 5: Dato titolare, risente della panchina. E quando entra in campo, non combina nulla.

RAMI s.v.

ALL. INZAGHI 6: Il Milan non sfigura, anche se sui calci piazzati continua a soffrire troppo il Diavolo.

Morata gol

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: