Ancelotti: "Ora la rivincita con il Boca"

L'allenatore dei rossoneri, Carlo Ancelotti, dopo aver ottenuto la rivincita contro il Liverpool nella finale di Champions League del 23 maggio scorso, vuole anche quella contro il Boca Juniors, che sconfisse il Milan, ai calci di rigore, nella Coppa Intercontinentale del 2003. Il tecnico, come riporta oggi la Gazzetta Dello Sport, ha dichiarato:

"Abbiamo grandi aspettative, memori della k.o. contro la squadra di Buenos Aires. È la grande occasione per riconquistare questa Coppa e noi faremo tutto il possibile per riuscirci"

aggiungendo però che:

"Con la nuova formula sarà più difficile vincere, dovremo fare grande attenzione. Prima dovremo affrontare un'altra partita e sarà un impegno molto delicato. Se ci capiteranno i giapponesi, per esempio, giocheranno in casa e saranno già abituati al fuso orario. Per diventare campioni del Mondo, dovremo disputare due grandi partite. Una sola non basterà. [...] In tanti, tempo fa, dissero che il nostro ciclo era finito, un discorso che prosegue dopo le ultime vicende in campionato, ma il Mondiale per club è l'occasione per mettere a tacere tutti"



e anche, riguardo al possibile utilizzo di Ronaldo, proprio nel Mondiale per club:

"Utilizzerà le prossime gare per migliorare la condizione e per dare il suo contributo, con il suo rientro questa squadra potrà benissimo presentarsi in campo con il modulo a due punte."

Alle dichiarazioni di Ancelotti, seguono quelle del tecnico del Boca, Miguel Angel Russo, che ha replicato cautamente:

"Se il Milan fa fatica in serie A non vuol dire nulla. È una squadra, come lo siamo noi, che riesce sempre a tirare fuori una marcia in più durante le situazioni al limite."

Appare molto sicuro delle possibilità della sua squadra invece, il presidente dei Xeneizes e nuovo sindaco della città di Buenos Aires, Mauricio Macrì che ha dichiarato:

"Al Milan pesa ancora la sconfitta di tre anni fa, ma possono cadere di nuovo."

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: