Napoli-Udinese 3-1 | Telecronaca di Auriemma, radiocronaca Rai, interviste e statistiche - Video

La vittoria dei partenopei commentata in diretta

Il Napoli non fallisce l'appuntamento con la vittoria neanche contro l'Udinese e rinsalda il suo terzo posto in classifica. E' il quarto successo consecutivo in campionato per la formazione di Benitez, il quinto se si considera anche l'1-0 di Coppa Italia ottenuto contro l'Inter. Il pubblico partenopeo ha assistito al primo gol di Manolo Gabbiadini al San Paolo, nonché alla rete di Mertens, uno dei migliori in campo. L'Udinese ha giocato una partita dignitosa nonostante le numerose assenze, ma ha perso completamente fiducia dopo l'autorete di Thereau che ha fissato il risultato sul 3-1 per i padroni di casa.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

Numeri e curiosità - Salgono a 67 i confronti in Serie A tra Napoli e Udinese: il pareggio è il risultato più frequente (28 volte). Il Napoli non vinceva contro l’Udinese dall’ottobre 2012: 2-1 in quell’occasione al San Paolo. I campani hanno vinto sei delle ultime sette gare di campionato, uscendo sconfitti solo con la Juventus in questo periodo. Il Napoli ha raccolto più punti (18) di ogni altra squadra nelle ultime sette partite di campionato. I friulani hanno trovato una sola vittoria nelle ultime otto gare di Serie A (4N, 3P). L’Udinese ha subito gol in ognuna delle ultime nove trasferte di campionato (15 reti in totale). Manolo Gabbiadini, con la maglia della Samp, aveva già segnato un gol all’Udinese in questa stagione.

Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015


Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015
Napoli-Udinese 3-1 | Foto Serie A 2014/2015

Le impressioni di Benitez a fine partita:

"Sono soddisfatto perché abbiamo vinto, ma devo dire che dopo 20 minuti molto buoni abbiamo commesso un errore permettendo all’Udinese di rientrare in partita. Abbiamo giocato molto meglio nella ripresa, la squadra era più intensa. José è il giocatore di campo che ha giocato di più. Ho inserito Gabbiadini dall’inizio perché lui ha qualità per far male all’Udinese e ha segnato. Non ci sono problemi con Callejon. Tutte le squadre che io ho allenato erano fortissime in fase difensiva. Noi commettiamo errori come altre squadre, ma alla fine abbiamo deciso che dobbiamo fare un gol in più degli avversari. Questi giocatori che ho sono bravi, la nostra è una squadra molto offensiva e a volte può sbilanciarsi. Vedo squadre che si difendono con otto giocatori e quella posso farla anche io fumando una sigaretta. Noi pensiamo sempre partita dopo partita. Roma e Juve sono davanti a noi e Lazio e Fiorentina sono lì. Dobbiamo continuare a fare quello che facciamo ogni settimana. Non credo, però, sarà facile sopravanzare in classifica perché Roma e Juve sono molto forti”.

La delusione di Stramaccioni:

"Penso che la squadra abbia disputato un primo tempo molto positivo, forse anche meglio di quello del Napoli anche se loro sono andati subito in vantaggio. Abbiamo reagito bene e sfiorato anche il pareggio, peccato soprattutto per l'occasione di Widmer a due passi dalla porta. Rammarico per le assenze? No, guardo la partita e il rammarico nasce per il terzo gol preso. Pensavamo ci fossero delle irregolarità, per questo abbiamo protestato, ma poi rivedendo le immagini è chiaro che non possiamo appellarci su questo: i gol sono tutti regolarissimi e dalla panchina certe volte non si vede bene. Ad inizio gara volevamo palleggiare di più con un centrocampo più folto, siamo riusciti a farlo alla distanza creando difficoltà al Napoli e la squadra mi è piaciuta molto fino al 3-1. Abbiamo affrontato le prime tre nelle ultime settimane: la Juventus e il Napoli mi sono sembrate più in forma ma alla Roma pesano tanto le assenze. Di Natale? E' il nostro finalizzatore e capitano, è come se agli azzurri mancasse Higuain: ma non vogliamo lamentarci di questo. Allan? Merita una grande opportunità viste le ultime prestazioni".

NAPOLI-UDINESE 3-1 | Tabellino

(primo tempo 2-1)
MARCATORI: Mertens (N) all'8', Gabbiadini (N) al 21', Thereau (U) al 27' p.t. Thereau (U) aut. al 14' s.t.
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Gargano (dal 37' s.t. Jorginho), Inler; Mertens (dal 22' s.t. De Guzman), Hamsik, Gabbiadini (dal 10' s.t. Callejon); Higuian. (Colombo, Andujar, Strinic, Henrique, David Lopez, Koulibaly, Zapata). All. Benitez.
UDINESE (3-5-1-1): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Widmer, Allan, Hallberg (dal 18' s.t. Aguirre), Guilherme, Pasquale; Fernandes (dal 33' s.t. Perica); Thereau (dal 42' s.t. Gabriel Silva). (Scuffet, Meret, Molla Wague, Bubnjic, Jankto). All. Stramaccioni.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
NOTE: Ammoniti: Hallberg, Allan, Mertens, Pasquale, Heurtaux per gioco scorretto. Higuain per proteste.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: