Milan: Mr Bee rilancia, 500 milioni per il 60%

Mr Bee Taechaubol vuole il Milan, e lo vuole subito. Secondo quanto scrive oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, magnate thailandese, CEO di Thai Prime, dopo il memorandum d’intesa siglato lo scorso 5 marzo ad Arcore con Silvio Berlusconi, vuole far valere un accordo preliminare che prevede la cessione di circa il 60% delle quote azionarie in cambio di 500 milioni di euro. Non si tratta ancora di numeri definitivi, poiché stando alle rivelazioni della ‘rosea’ sono ancora in ballo due diligence, nelle quali vanno ancora analizzate alcune voci in passivo. Nell’accordo preliminare, comunque, sarebbe stata inserita una penale secondo la quale se entro il 10 aprile l’accordo non sarà ratificato, Silvio Berlusconi sarà costretto a pagare circa 50 milioni di euro, anche per le parcelle degli advisor.

Insomma, stando così le cose, ancora pochi giorni e dovremmo assistere al passaggio di consegne del pacchetto di maggioranza del Milan, con il gruppo Fininvest che manterrebbe il 40% delle quote e alcuni importanti incarichi societari. Berlusconi rimarrebbe presidente, la figlia Barbara amministratore delegato, mentre andrebbe definito per bene il ruolo di Adriano Galliani, visto che nell’area sport dovrebbe arrivare la bandiera Paolo Maldini.

bee-taechaubol-Milan

Come sottolinea ancora la ‘Gazzetta’, non è ancora chiaro chi sarà veramente il nuovo proprietario del Milan: il 60% delle quote rossonere dovrebbero passare ad un fondo di investimento creato appositamente da Mr Bee: della cordata, comunque, dovrebbero fare parte finanzieri di Singapore, thailandesi con la partecipazione del fondo la Doyen Sports Investments, che gestisce anche cartellini di calciatori in varie regioni del Mondo. Ovviamente, trattandosi di un fondo d’investimento, si sta cercando di trovare una soluzione che non violi le nuove regolamentazioni introdotte dalla Fifa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail